Buon Natale!

Porto Viro mette al lavoro i profughi

Porto Viro mette al lavoro i profughi: partito il progetto di volontariato

(Porto Viro, 18 Giugno 2015) “L’ amministrazione comunale di Porto Viro, ha deciso di impiegare i profughi in lavori gratuiti al servizio della comunità ”.Ad annunciarlo l’assessore ai servizi sociale Tania Azzalin che spiega come l’iniziativa, attivata dallo scorso 19 maggio nella città polesana, è stata resa possibile dall’azione sinergica tra l’amministrazione comunale portovirese, la comunità missionaria di Villaregia e la cooperativa sociale Porto Alegre.

 

“Insieme abbiamo condiviso il progetto ‘Accogliere e includere i rifugiati con la socialità e la reciprocità’, che di fatto coinvolge i circa 60 profughi, che alloggiano al Delta Park di Porto Viro e nella comunità Missionaria di Villaregia in seguito alle  operazioni di soccorso Mare Nostrum”, precisa l’assessore Azzalin”.

 

“Sono persone provenienti prevalentemente da paesi dell’Africa subsahariana e che sono transitate o hanno vissuto in Libia prima dell’arrivo in Italia – si legge nel progetto – Per tutti l’attuale condizione giuridica è di richiedenti protezione internazionale in attesa della convocazione e dell’audizione presso la commissione territoriale per il diritto d’asilo. Si tratta di un’attesa che si sta prolungando oltre i tempi ordinari a causa del ritardo nell’attivazione delle commissioni aggiunte di Verona e Padova, che sostituiranno quella di Gorizia per il Veneto, e che pone il rischio di generare dipendenza assistenziale nei beneficiari. Per tale ragione abbiamo cercato forme innovative di reciprocità da sperimentare all’interno di questi programmi di assistenza pubblica, recuperando parte delle pratiche che possono caratterizzarsi come esempi di welfare generativo e ricercando il giusto equilibrio tra l’erogazione di prestazioni e la corresponsabilità e compartecipazione del beneficiario”.

 

Il progetto è stato attivato dopo una serie di riunioni di condivisione tra l’amministrazione comunale, la cooperativa Porto Alegre, la comunità missionaria di Villaregia e le associazioni portoviresi .A causa della lungaggine burocratica, diversi presidente dei sodalizi portoviresei hanno deciso di rimandare a settembre la  loro disponibilità ad accogliere i rifugiati politici per le prestazioni di volontariato gratuito. Mentre il gruppo soccorso Delta Dog, presieduto da Orlando Duò, ha accettato subito  di buon grado l’iniziativa, in sinergia con l’assessore ai servizi sociali Tania Azzalin, accogliendo nei pomeriggi del martedì e giovedì, dalle 15 alle 19 quattro rifugiati, che affiancati da una missionaria di Villaregia, si prestano in maniera gratuita alla manutenzione del campo di addestramento dei cani e loro conduttori, a favore del sodalizio portovirese e quindi dell’intera comunità.


 

“Siamo davvero contenti per questa iniziativa – fanno sapere dall’associazione soccorso Delta Dog – perché ci permette di sistemare il nostro campo di addestramento per poter così procedere a più addestramenti delle nostre unità cinofile, che a breve dovranno sostenere gli esami di brevetto. Qualifiche che ci permetteranno di acquisire le competenze necessarie per intervenire in casi di emergenza al servizio della cittadinanza”.

 

Dalla cooperativa Porto Alegre fanno sapere che “l’iniziativa è attivata per il momento in moduli di un mese, per permetterci di monitorare l’andamento del  progetto senza vincolare troppo a lungo le persone coinvolte. Dopodiché, faremo il punto della situazione e valuteremo insieme al sodalizio e all’assessore il proseguo dell’attività con altri rifugiati”.

 

“Dalla prossima settimana – fa sapere Massimo Mantoan, responsabile della cooperativa titoli Minori per la zona del Delta – nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì, dalle 9 alle 15, accoglieremo nel centro aggregativo “un ponte per” di Porto Tolle, altri 6 rifugiati, che saranno impiegati, sempre in lavori di volontariato gratuito affiancando le persone con disabilità accolte nel centro,da sottolineare nella logica del territorio ampio il lavoro di rete che prevede l’inserimento dei rifugiati politici , non solo a Porto Viro, ma anche nei comuni del delta”

 

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro
cell. +39 349 1350570
mail: comunicazioni@9
Città di Porto Viro
Piazza della Repubblica, 23
45014 Porto Viro
Tel.  +39 0426 325711
Fax +39 0426 633342
www.comune.portoviro.ro.it

Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...

Lascia un commento