Buon Natale!

LA SPIRITUALITA’ NELL’ ARTE – RASSEGNA DI ARTE SACRA CONTEMPORANEA –

ROSOLINA MARE-Inaugurta venerdì 6 agosto, con vernissage alle ore 18.30, la rassegna di Arte Sacra contemporanea intitolata “LA SPIRITUALITA’ NELL’ARTE”, promossa ed organizzata dall’Associazione culturale ARTISTI del DELTA di Porto Viro con il patrocinio del Comune di Rosolina .

La mostra si terrà nel Centro Congressi di Rosolina Mare (Rovigo), annovera la presenza di 20 artisti alcuni dei quali di fama internazionale e rimarrà aperta fino al 30 agosto.

Gli artisti che espongono: Alfredo Ferro ,Carla Bernecoli,  Carmen Hintalan, ,Claudio Arborini, Daniela Antonello,  Gabriella Burgato Dumas, Idelmino Ruzza, Margherita Stoppa, Maura Mattiolo, Nora Ferriani, Orianna Astolfi, Patrizia Dabbizzi, , Patrizia Gennari, Pierangela Veronese, Roberta Fava, Rossella Rampazzo, Sandra Bernecoli, Silvana Maddalosso, Silvio Zago,Vincenzina Fecchio. “Gli artisti, con le loro opere – come afferma la presidente del gruppo artistico e culturale Gabriella Burgato Dumas – ci condurranno nell’infinito mistero della spiritualità. Un prezioso evento che fa trasparire un messaggio, invitando il fruitore alla riflessione, che si pone come obiettivo quello di riaccendere l’attenzione sull’Arte Sacra contemporanea, attraverso linguaggi essenziali e trasparenti, per una nuova lettura che esprima trascendenza nello spirito del Sacro”. La mostra è itinerante e questa è la seconda tappa; la prima è stata nella chiesa di Luigi Gonzaga a Panarella, la prossima sarà a Padova presso la magnifica Chiesa di San Gaetano in via Altinate, per poi proseguire nella Cattedrale di Comacchio, Palazzo Celio a Rovigo, Chiesa di Sant’Anna a Lendinara, Porto Viro, Roma  per poi terminare in Messico.

ALFREDO FERRO, pittore autodidatta nato a Rosolina dove abita e ha il suo studio. La sua pittura si ispira ai paesaggi del Delta del Po e ai volti dei personaggi che animano la vita che lo circonda e dei quali sa coglierne l’essenza, interpretando attraverso le pennellate di colore, le intense emozioni che raccontano storie di vita vissuta. Nelle sue opere si leggono gli stati d’animo che prova nel momento che dipinge e che cerca di trasmettere in chi osserva i suoi quadri.

CARLA BERNECOLI, dipinge ad acquerello dal 2015. I suoi soggetti sono fiori, nature morte, soggetti in movimento, ma su tutti predilige i ritratti che esegue anche su commissione, dove cerca, oltre che la somiglianza, soprattutto l’anima del soggetto.

La pittura di CARMEN HINTALAN,  è il frutto di una visione onirica permanente del modo di vedere la vita e viverla. In ogni sua opera è presente l’amore per la natura ed una nobiltà d’animo talmente delicata che va assaporata visivamente e lentamente come il cibo che nutre il cuore.

CLAUDIO ARBORINI, NATO A Terni nel 1943, figlio d’arte, con l’ Associazione Artisti del Delta espone in numerose città in Italia e all’ estero: Parigi (Carrousel du Louvre), Bordeaux (Verdelais) , Wuxi in Cina .La sua pittura evidenzia soprattutto alcuni caratteri del linguaggio e dello stile impressionista ispirata ad ambienti e paesaggi del Delta. Rimane costante la sua ricerca di nuovi codici artistici mai esperiti.

DANIELA ANTONELLO, risiede e lavora a Padova.  Ha partecipato a numerosi concorsi di pittura, grafica, fotografia, cortometraggi, conseguendo importanti premi. Ha esposto in Italia e all’Estero. Da quarant’anni si occupa di formazione dei docenti, in tutti gli ordini di scuola, e in diverse Università, nel settore dell’arte e dell’immagine. Ha collaborato come esperta d’Arte con le maggiori riviste scolastiche e ha pubblicato molti  libri  riguardanti l’espressione artistica. Dal 2005 a oggi, è fondatrice e Presidente dell’Ass.Xearte di Padova e Rovigo per cui cura e organizza, Mostre d’arte ed eventi in Italia e all’Estero. Sviluppa una pittura di tipo astratto-espressionista.

GABRIELLA BURGATO DUMAS, Presidente degli Artisti del Delta, pittrice, scultrice, grafica e freschista. Diplomata alla scuola d’Arredamento Italiano di Ferrara. Affreschista riconosciuta dalla Scuola Internazionale Tecnica dell’Affresco del maestro Vico Calabrò, docente di Disegno e Pittura presso l’ ENAIP – Arte-terapeuta per il nucleo Alzheimer nelle case di riposo. Ha organizzato laboratori d’arte nelle scuole e alcune di queste opere sono state ospitate al museo Guggheneim di Venezia. Organizza e partecipa a mostre d’arte in Italia e all’estero.  Ha ricevuto il premio alla carriera dalla Provincia di Venezia per la sua carriera artistica.

IDELMINO RUZZA, frequenta i corsi di disegno e pittura del Prof. Boccato di Adria poi per esigenze di lavoro si trasferisce a Rivalta (TO) ed inizia il suo secondo periodo pittorico, quello piemontese. Nel Polesine si possono ammirare alcune tele di carattere religioso in chiese locali. La sua tecnica, fatta di stagliature sicure e cromatiche, dà un supporto forte che incatena l’occhio, la sua   pittura è impegnata in una vasta gamma di figure e paesaggi figurativi.

MARGHERITA STOPPA, di Porto Viro, diplomata in lingue e laureata in Conservazione dei Beni Culturali a  Ca’Foscari di Venezia, ha lavorato come restauratrice di manufatti lignei e dorature a Venezia e a Chioggia. Docente di corsi di artigianato, decorazione e hobby creativi. Durante gli anni di lavora nel turismo ma ha sempre mantenuto viva la passione per le arti manuali e l’infinita curiosità per i materiali artistici che la spinge a provare nuove tecniche: acquerello, acrilico, olio, matite colorate, calligrafia e Illustrazione.

MAURA MATTIOLO, Polesana di adozione, approda alla pittura in tarda età, predilige la pittura informale ed astratta, si esprime attraverso l’uso del colore. Studia in Italia ed all’estero con importanti maestri. Ha al suo attivo numerose esposizioni sia in Italia che all’ estero.

NORA FERRIANI, La pittura figurativa informale di Nora Ferriani privilegia colore e luce al dettaglio della forma. Sono paesaggi urbani, campagne o boschi, ma sempre frutto di un racconto interiore che porta “oltre” il reale. I colori ad olio stesi sulla tela con l’uso della spatola creano cromatismi intensi e composizioni ricche di suggestioni.

ORIANNA ASTOLFI, predilige nei suoi lavori l’uso della spatola con la quale mescola toni di colore forti e decisi .Il suo modo di dipingere va verso l’inconscio, fuori da ogni pretesa di classificazione, sintesi di contenuto e di forme. Come ama dire Orianna” La mia arte è un viaggio non so mai dove mi porterà, ogni quadro è un diverso traguardo una sintesi di tante emozioni a volte pacate a volte esplosive”. Innumerevoli le sue esposizioni pittoriche a cui partecipa nelle province di Rovigo, Padova, Ferrara,  Treviso, Forlì e Zagabria ottenendo risultati sempre più lusinghieri.

PATRIZIA DABBIZZI, artista Lendinarese. Inizia nel 2000 il suo percorso artistico nel campo della pittura, sperimentando varie tecniche: acrilico, pastelli, olio e matita che sente più congeniali per esprimere la sua arte, che spazia dal paesaggistico, all’ astrattismo, al figurativo. Effettua vari studi nel campo ritrattistico, che le vedono assegnare il I° Premio alla 3 Rassegna Collettiva di Pittura “ArtèRovigo”.

PATRIZIA GENNARI, Insegnante di scuola primaria, ha partecipato aI corsi di formazione ” A scuola di Guggenheim”    proposti dalla fondazione Guggenheim. Ha insegnato educazione artistica ai suoi alunni promuovendo laboratori riguardanti l’arte del 900 . Nel 2012 ha esposto al Guggenheim un lavoro della sua classe riguardante “Arte e tecnologia”. In collaborazione con la biblioteca dei ragazzi di Porto Viro, propone laboratori artistici rivolti ai ragazzi in Veneto. Le piace utilizzare la tecnica della spatola per sperimentare l’uso di colori e forme che le permettono di esprimere la sua creatività.

PIERANGELA VERONESE, abita e lavora a Porto Viro e ha sempre provato interesse per la pittura e la consistenza dei colori, nel tempo libero ama dipingere ed esprimere le sue emozioni sulla tela. L’incontro con il maestro Silvio Zago che segue da qualche anno, oltre che insegnarle la tecnica della spatola, le ha anche dato il coraggio di provare tecniche nuove e dipingere opere che spaziano dal figurativo all’astratto.

ROBERTA FAVA, dipinge dagli anni ’90 paesaggi, fiori, volti floreali e altro. Ama i colori e la ricerca della luce nelle sue opere.  Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’ estero e a concorsi pittorici.

Ha pubblicato vari libri di poesie e ha scritto testi di canzoni per coro.

ROSSELLA RAMPAZZO, nata a Rovigo, da sempre affascinata dal disegno e dalla pittura e volta alla sperimentazione di tecniche o generi diversi, si lascia ispirare dalla Natura, soprattutto nel paesaggio che è tra i suoi soggetti prediletti, cercando l’espressione delle proprie emozioni in particolar modo con l’uso del colore, nella ricerca del proprio stile. Ha esposto in varie gallerie in Italia.

SANDRA BERNECOLI, inizia a dipingere nel 2009, dipinge a olio su tela usando prevalentemente la spatola. Allieva del Maestro Silvio Zago. La sua è una pittura essenzialmente figurativa e informale, usa una tavolozza policroma con colori spesso accesi.  Si mette alla prova con soggetti differenziati pur mantenendo come canale preferenziale le figure femminili.

SILVANA MADDALOSSO, è nata a Padova, dove vive e lavora. L’amore per il mare e la natura, per gli spazi infiniti e per la magia della musica e, in particolare, del tango argentino contribuisce forse alla formazione della sua personalità eclettica, variegata, proiettata verso i sogni, la fantasia, il mondo dell’inconscio, l’arte. E’ presente nell’ambito della vita artistica dal 2000, con mostre personali e collettive contemporanee. Nei concorsi regionali, nazionali e internazionali ha ottenuto consensi di critica e di pubblico. I suoi dipinti sono presenti in varie collezioni pubbliche e private.

SILVIO ZAGO, è nato a Cavarzere dove vive e lavora. Impressionista ed espressionista allo stesso tempo, a volte quasi informale, predilige i lavori a olio utilizzando soprattutto la spatola. E’ stato allievo di maestri dai quali ha attinto i segreti e le particolari capacità per riportare sulla tela immagini legate ad emozioni. Nei suoli lavori di straordinaria immediatezza traspare l’amore per i luoghi della sua giovinezza: la campagna, i casolari, le valli, il Po e la sua laguna. Le sue numerose mostre riscuotono ovunque vasti consensi. Molti sono i premi e riconoscimenti ottenuti in vari concorsi.

VINCENZINA FECCHIO, Per lei il colore e il disegno sono sempre stati presenti nella sua vita. Ama esprimere, attraverso l’uso del colore, una semplice emozione in modo che poi essa arrivi dritta al cuore dell’osservatore. Predilige il paesaggio, colto in forma veristica, dove la natura e il territorio polesano sono protagonisti. Usa una tecnica ricercata nelle sue nature morte. Ha partecipato attivamente alle mostre organizzate dagli Artisti del Delta in Italia e all’ estero.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    27
    Shares
  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 valutazione/i, media: 5,00 su 5)
Loading...