Un bosco urbano nel comune di Adria grazie al sostegno di Welding Duebi.

Ad Adria è stato realizzato, grazie al sostegno di Welding Duebi, un nuovo Parco Urbano nella zona compresa tra Via Canaletti, Viale Risorgimento e Parco Buozzi. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con AzzeroCO2 nell’ambito della Campagna Nazionale Mosaico Verde, ha previsto la messa a dimora di mille piante, tra alberi e arbusti, che hanno incrementato il patrimonio forestale del territorio.

Un’azione dal rilevante pregio ambientale ed ecosistemico. Gli interventi di forestazione urbana sono, infatti, strumenti fondamentali nel contrasto ai cambiamenti climatici – data la funzione propria di alberi e arbusti di sottrarre dall’atmosfera l’anidride carbonica- all’inquinamento cittadino e al miglioramento della qualità dell’aria. Si tratta di un progetto che si inserisce nella programmazione e progettazione di Adria 2030 – dichiara il Sindaco di Adria Omar Barbierato – Una misura fondamentale per ambiente, cittadini, energia, salute che rientra nel piano degli interventi, nel piano del verde e nel paese. Ringraziamo pertanto Welding Duebi per aver sostenuto tale iniziativa”.

Un intervento ambientale che valorizza il verde urbano del nostro territorio comunaledichiara l’assessore all’ambiente Matteo Stoppa-. In questo caso specifico, con una fascia “cuscinetto” a ridosso di una importante zona residenziale aumentando la qualità della vitaLe piante costituiscono una soluzione anche per la salvaguardia del suolo – spiega il Consigliere comunale Enrico Bonatoper la realizzazione di questo bosco, ad esempio, è stata riqualificata un’area di via Canaletti che versava in pesante stato di degrado, eliminando una piastra in cemento.  Inoltre, le piante costituiscono il miglior strumento naturale per contrastare l’aumento della CO2 e per catturare le polveri sottili presenti nell’aria e hanno la capacità di migliorare il microclima contribuendo a contenere l’aumento delle temperature d’estate e contrastare i venti più freddi d’inverno.” Un’azione, inoltre, dal notevole vantaggio sociale che ha consentito di rendere lo spazio maggiormente fruibile dalla comunità locale, contribuendo, allo stesso tempo al compito di sensibilizzare la popolazione circa l’importanza di tutelare e preservare il patrimonio ambientale del Paese. Inoltre, con la creazione del bosco urbano si è potuto dar vita ad habitat idonei ad ospitare la piccola mammo-fauna e avifauna che vi potrà trovare rifugio e cibo.

Riteniamo la tutela dell’ambiante uno dei principi cardine per lo sviluppo di un’azienda moderna e proiettata al futuro. In questo senso Welding Duebi si è posta come prerogativa l’implemento di tutti quegli obbiettivi riguardanti l’economia circolare ed il risparmio energetico, al fine di preservare le risorse naturali e l’ambiente nel quale l’azienda opera– ha dichiarato Nicola Barotti Legale Rappresentante di Welding Duebi – L’iniziativa sostenuta in collaborazione con Mosaico Verde rappresenta una testimonianza concreta della Vision di Welding Duebi rispetto le tematiche green, che non si devono limitare al solo perimetro aziendale, ma necessariamente devono essere rivolte al sostegno del proprio territorio e della comunità di riferimento”       Rinverdire è fondamentale ma è necessario farlo secondo i principi e criteri che rispettino i territori ove si interviene. Per questo al fine di garantire il rispetto dei valori della biodiversità del territorio, sono state utilizzate diverse specie autoctone e coerenti con le condizioni climatiche della zona, tra le quali il frassino, l’olmo, il carpino, il nocciolo e il melo e pero selvatico.

Noi, come gruppo di volontari del Circolo di Legambiente di Adria, siamo estremamente orgogliosi della possibilità che ci è stata offerta da Welding Duebi ed AzzeroCO2  e della risposta positiva e solerte trovata da parte dell’Amministrazione, nelle persone del Consigliere Comunale Enrico Bonato, del dirigente di settore Andrea Portieri e del suo staff – ha dichiarato Ermes Bolzon Presidente Circolo Legambiente AdriaSiamo consapevoli che questo è solo un piccolo passo, ma la direzione giusta è ormai intrapresa. La piantumazione di alberi ed arbusti autoctoni, e quindi perfettamente integrabili con flora e fauna locali, permette, con un intervento semplice quanto efficace, di ottenere rapidamente i primi esiti in termini di miglioramento della salubrità dell’aria, riduzione di impermeabilizzazione del suolo e quindi di benessere per la comunità e per quelli che vengono definiti servizi ecosistemici. Ci auguriamo quindi che questo gesto, permetta di innescare un volano che porti chiunque a riflettere sulle problematiche ambientali sempre più presenti e sul fatto che siamo tutti chiamati direttamente a dare il nostro contributo”.

L’intervento di forestazione si inserisce all’interno della Campagna nazionale Mosaico Verde, ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente, nata con lo scopo di facilitare l’incontro tra le necessità degli enti locali di recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione o tutela di boschi permanenti, come misura di Responsabilità Sociale d’Impresa. “Con la Campagna Nazionale Mosaico Verde ci impegniamo a portare avanti progetti di forestazione che nascono dalla cooperazione tra enti locali e imprese – dichiara Sandro Scollato, Amministratore Delegato di AzzeroCO2-. La collaborazione con Welding Duebi ci ha permesso di porre in essere un nuovo step nel nostro cammino volto ad incrementare le aree verdi nei territori urbani, perseguendo così il duplice obiettivo di contribuire a mitigare gli effetti dell’inquinamento e aumentare il benessere delle comunità locali. L’iniziativa rientra nel progetto europeo ‘LIFE Terra’ che vede Legambiente come unico partner italiano e del quale noi siamo sostenitori, un esempio concreto di come il lavoro sinergico tra diverse realtà e progetti consenta di restituire pregio ai nostri territori e consegnare ai cittadini luoghi fruibili a contatto con la natura”.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici