Buon Natale!

Il valore dei soldi spiegato ai bambini.

Alla primaria di Fratta Polesine economia e formazione scolastica si uniscono. Nei giorni scorsi ha fatto tappa alla scuola primaria “A. Oroboni” di Fratta Polesine il progetto, promosso da RovigoBanca, finalizzato a diffondere tra i ragazzi in età scolare la cultura del risparmio e i principi base dell’economia.

Merito degli insegnanti che, su iniziativa delle maestre Anna Andriolo e Giovanna Sinigaglia, hanno organizzato, con il sostegno dell’Istituto Comprensivo di Costa di Rovigo-Fratta Polesine, due incontri ai quali hanno partecipato Bruno Candita, responsabile del progetto “RovigoBanca incontra la Scuola”, e Silvia Bombonati, direttore della locale filiale dell’istituto di credito cooperativo. “Risparmio e uso consapevole del denaro” il tema dell’incontro al quale hanno partecipato gli alunni della classe quarta. Dopo una breve presentazione e la proiezione di alcune divertenti diapositive, Candita ha presentato in modo giocoso e divertente gli argomenti del risparmio e dell’economia. È stato un continuo susseguirsi di storie, favole, e aneddoti che hanno abilmente coinvolto i bambini sulle tematiche del progetto, con l’unico obiettivo di promuovere la diffusione dell’importanza e del senso etico del risparmio. Spiegare a che cosa serve il denaro e come si gestisce è un’attenzione che aiuta i piccoli a diventare responsabili e indipendenti. Ai bambini, infatti, è stato spiegato che, se vogliono raggiungere un obiettivo, si devono impegnare e fare dei sacrifici. Senza aspettare di ricevere tutto da mamma e papà, come se fosse scontato. In un secondo incontro è toccato ai ragazzi di quinta confrontarsi con il tema “Dal baratto a internet: monete, banconote e moderni sistemi di pagamento”.

Oggi, tra carte di credito e internet banking, circola sempre meno denaro di carta o moneta. Una comodità per gli adulti, forse uno svantaggio per i piccoli che, invece, hanno bisogno di vedere per capire. L’esperienza per loro è fondamentale. Nel corso dell’incontro si è cercato di spiegare agli alunni come funzionano le transazioni, che cos’è il denaro, la differenza tra i soldini veri e le monete di cioccolata o le banconote del Monopoli. L’incontro è stato anche particolarmente utile per spiegare come è nato l’euro e quali sono gli strumenti di pagamento alternativi al contante. Le classi partecipanti hanno ricevuto i complimenti dai rappresentanti della Banca per l’ attenzione e l’interesse mostrati durante le attività proposte. Al termine degli incontri ai ragazzi è stato consegnato un piccolo gadget.

Pc ricondizionati ad Adria
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 valutazione/i, media: 5,00 su 5)
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: