Buon Natale!

PORTO VIRO-Grande successo per “La notte bianca delle biblioteche”.

Porto Viro-“Venerdì 7 settembre 2018, in occasione della “Notte Bianca delle Biblioteche” del Polesine, le biblioteche di Porto Viro hanno proposto a lettori abituali e a nuovi lettori, due programmi ricchi di arte, danza, letteratura e musica.

In biblioteca per Ragazzi “La Bottega di Pinocchio” la Notte Bianca è cominciata alle 20.30 con la presentazione delle attività programmate e la visita alla biblioteca. Alle ore 21.00 è andata in scena “Una danza di parole”, una lettura animata con interventi di danza classica. A narrare la storia è stata una giovanissima e bravissima lettrice: Gioia Ciccarella. Con “Le giraffe non sanno ballare” di Giles Andreae, Gioia ha raccontato una tenera favola sul superamento dei pregiudizi, dotata di orecchie da giraffa, ovviamente. Le piccole Margherita Gibin, Agata Mantovan, Aurelia Mantovan, Angela Zanirato, sotto l’ occhio vigile e attento della loro coreografa Simona Apicella, della scuola di danza FashionFit, hanno eseguito delle danze inserite armoniosamente durante la narrazione. Al termine, una tenera coreografia con palloncini bianchi, dedicata alla Notte Bianca. Soddisfatta la bibliotecaria Artilla Milani, tanto il pubblico presente in biblioteca, e tanti i complimenti ricevuti sia per l’ organizzazione, che per le giovani protagoniste. In biblioteca civica, dalle ore 21.00, è andata in scena una performance sulla storia dell’ arte, che ha visto la commistione di danza, musica e teatro dal titolo: “Da Giotto a Banksy”. Ad introdurre Giotto la studentessa dell’ I.T.S.E. C. Colombo di Porto Viro Asia Fregnan, già guida durante la mostra “La cappella degli Scrovegni di Porto Viro”, dello scorso anno. A seguire una coreografia basata sulla “Venere” di Botticelli, eseguita da Greta Frasson, Sofia Gottardi e Leizia Malaman. In scena, prima con un monologo su Leonardo Da Vinci, e poi uno su Caravaggio, l’ interprete Federico Spigolon. Poi musica del compositore francese Savard, magistralmente eseguita alle tastiere dal direttore della Banda Comunale cittadina di Porto Viro Paolo sottovia, e dalla giovane trombettista Gloria Sottovia. Ancora teatro con il monologo dedicato a Monet ed interpretato da Luca Bellan. A seguire una suggestiva coreografia, sempre di Elisabetta Barra del Centro Studi Campus, basata sulle “Ballerine” di Degas, ed interpretata da Beatrice Dan, Greta Frasson, Sofia Gottardi e Letizia Malaman.

Ancora musica del compositore Goedike eseguita da Gloria Sottovia e Paolo Sottovia. In scena, con una coreografia basata su “Les demoiselles d’ Avignon” di Picasso, le danzatrici Greta Frasson, Sofia Gottardi e Letizia Malaman. Ancora musica del compositore russo Artunian eseguita sempre da Gloria e Paolo Sottovia. A seguire un monologo sull’ artista Andy Warhol, interpretato da Luca Bellan. Ancora un monologo di forte impatto, dedicato a Marina Abramovic, interpretato da Susanna Zanetti. Gran finale con una coreografia di Elisabetta Barra basata sull’ opera “Balloon Girl” di Banksy, interpretata da: Beatrice Dan, Greta Frasson, Sofia Gottardi e Letizia Malaman. Anche qui grande successo di pubblico, per un evento innovativo e multidisciplinare, a dimostrazione che le biblioteche sono luoghi di interazione e di diffusione della cultura.”


Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    31
    Shares
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 valutazione/i, media: 5,00 su 5)
Loading...