25 aprile a Porto Viro.

(P13029420_1589506851376174_3370403510722353293_oorto Viro, 25 Aprile 2016) Celebrata in piazza Marconi a Donada la festa significativa della liberazione dall’occIMG-20160426-WA0000upazione neofascista, “un evento che ha segnato la fine di uno dei periodi più cupi della nostra nazione e , al tempo stesso, la rinascita verso un nuovo mondo, una nuova speranza di riscatto dalla devastazione della guerra e dalla prostrazione in cui il popolo italiano era stato ridotto dalla follia di un regime”sono le parole del primo cittadino nel suo discorso ufficiale, tenuto davanti a palazzo Arcangeli, dopo la santa messa di commemorazione e la deposizione delle corone davanti al monumento dei caduti in guerra  e alla lapide affissa alla sede municipale di Donada.

A presenziare all’evento: le associazioni combattentistiche e d’arma(bersaglieri, autieri, carabinieri in congedo) il comandante della stazione dei carabinieri di Porto Viro, il maresciallo Emanuele Salvagnin, il vice comandante della guardia di finanza di Porto Levante Vincenzo Lagana, gli assessori Tania Azzalin, Alessandro Palli, Raffaella Bovolenta, il presidente del consiglio Ivano Vianello e al consigliere di maggioranza  Rita FerrariIMG-20160426-WA0001 IMG-20160426-WA0003Sono trascorsi più di 70anni-ha proseguito il sindaco di Porto Viro Thomas Giacon– da quando la nazione proclamò la liberazione dall’incubo neofascista, una conquista la libertà,  dei nostri padri e nonni, i quali  avevano in testa la visione di un mondo nuovo, migliore per noi. Oggi quella spinta ideale non può essere la stessa per noi, perché oggi  per costruire un futuro sostenibile dobbiamo farlo traendo insegnamento dal passato, rispettando e salvaguardando l’ambiente, rimboccandoci le maniche per uscire dalla crisi costruendo insieme agli altri paesi per un nuovo modello di sviluppo equo solidale ed economico che vada oltre la sterilità dei numeri per affermare la centralità dell’uomo.

Un IMG-20160426-WA0002modello a cui tutti possiamo guardare come l’obiettivo comune da raggiungere per costruire insieme un futuro migliore per i nostri figli”. La celebrazione  è stata allietata dalla banda musicale cittadina, composta quest’anno da molti giovani, seguita successivamente dalla premiazione da parte del comandante della polizia locale Mario Mantovan e dal vicesindaco Silvia Gennari a tutti i 50 alunni partecipanti  al concorso “disegna la polizia locale di Porto Viro e vinci”, lanciato attraverso l’opuscolo “la polizia locale informa”. Un’iniziativa che fa parte del progetto di educazione stradale promosso dall’assessorato alla polizia locale nell’ambito della campagna di sensibilizzazione all’ educazione civica rivolta alle giovani generazioni.

(Guendalina Ferro-servizio informazione del comune di Porto Viro) riproduzione riservata

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici