Porto Tolle-Il sindaco Claudio Bellan interviene in merito alle ultime dichiarazioni alla stampa da parte di alcuni esponenti del partito democratico.

Porto Tolle-img_1731-2-600x300Difficile intervenire per difendersi dal cosi detto fuoco amico però lo faccio per fare chiarezza e per rispetto dei miei concittadini perche è sempre difficile capire appieno le dinamiche di un grande partito come il PD.
Allora iniziamo con identificare chi sono veramente questi dirigenti del pd comunale, sono quelli che all’ultimo congresso di partito hanno avuto il 20% del consenso mentre altro 80% del consenso degli iscritti ha votato altri rappresentanti in seno agli organismi di partito hanno perfino perso il circolo di donzella che doveva essere la loro roccaforte.
Le stesse persone sono le stesse che alle primarie, dove mi hanno visto vincitore, loro in totale spregio delle regole del partito hanno sostenuto una lista alternativa a quella vincitrice in alleanza con II centro destra e hanno perso di nuovo quindi questi non hanno mai sostenuto questa amministrazione pertanto non bisogna meravigliarsi queste persone sono sempre state contro al sottoscrìtto prescindere e nulla a che vedere sull’attività amministrativa.
Ringrazio il nostro segretario comunale per impegno che ci ha messo per tentare di trovare una condivisione unitaria di gestione del partito allargando e coinvolgendo, appunto queste persone, rimaste escluse per il loro risultato congressuale. uno sforzo inutile alla luce dell’atteggiamento che continuano ad avere nei nostri confronti, non solo al sottoscritto, ma anche nei confronti degli altri dirigenti del partito democratico di porto tolle .
Uscendo dalla questione politica cercando di spiegare le motivazioni delle mie preoccupazioni come sindaco del comune di Porto Tolle per la caduta della giunta di Porto Viro sottolineo che il comune di Porto Tolle è in convenzione con Porto Viro per il segretario comunale con pPortotolleorto viro capofila e che in virtù del fatto che il segretario boniolo ha scelto ad agosto il comune di Adria i nostri comuni stavano facendo la procedura prevista per legge per la sua sostituzione che si è bruscamente stoppata con la crisi di Porto Viro con la conseguenza che oggi il comune di Porto Tolle non ha un segretario comunale e che dovrà riorganizzarsi con tempi lunghi e con incertezza di trovare velocemente la disponibilità di un segretario.
Altra questione importante con porto viro è che il comune di porto tolle ha la SUA (stazione unica appaltante ) in convenzione è che alla luce della crisi comunale oggi non si sa se continuerà il suo lavoro in mentre siamo riprogrammando il piano di opere pubbliche per il 2017 per il nostro comune.

Inoltre il comune di porto tolle ha assunto da poco la presidenza del GAC (gruppo di azione costiera) che gestirà nel prossimo futuro bandi per oltre 3 milioni di euro per la pesca nel territorio che va da Porto Tolle a Chioggia e il sindaco di Porto Viro era componente dei CDA e purtroppo verrà a mancare in questa delicatissima fase di formazione del POA o piano di sviluppo della pesca che dovrà essere presentato in regione entro il 3 di ottobre pena perdita dei contributi per i pescatori.
Infine con il comune di Porto Viro e Taglio di Po che d accomuna l’appartenenza al csx si è sempre fatto squadra nei vari organismi di secondo grado come ad esempio la conferenza dei sindaci presso uis come anche nel contratto di foce, aree inteme, contratto di costa, parco delta del po, consorzio di bonifica.
Penso sia sufficiente le motivazioni e il mio interesse da sindaco per la crisi di Porto Viro, purtroppo questa vicenda condizionerà anche il nostro comune ed ecco perché io e il sindaco di Taglio di Po abbiamo fatto un appello alla calma e al buonsenso.
Buonsenso che certamente il nostro segretario provinciale e i suoi amici di porto tolle non sanno neanche dove sta di casa accecati da personalismi e magari anche da secondi fini, dispiace molto per come è andata questa vicenda e sono ancora convito che se d fosse stato una dirigenza di partito di maggior buon senso si poteva evitare questa crisi che oltre porto viro avrà ripercussioni pesanti sia su Porto Tolle che su Taglio di Po sia sotto il profilo amministrativo che politico in particolare per il PO.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici