Buon Natale!

Concorsi all’Agenzia delle Dogane e all’INPS-Indispensabile una PEC per iscriversi.

Concorso all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli-Negli ultimi giorni l’Agenzia delle Dogane e l’INPS hanno bandito interessanti procedure concorsuali che, in futuro, permetteranno a tantissimi candidati (laureati e diplomati) di entrare a far parte del mondo della Pubblica Amministrazione.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha bandito due importanti procedure concorsuali volte all’assunzione di varie categorie professionali per un totale di 1266 posti.
Nello specifico, ha indetto un concorso pubblico per laureati per complessivi 766 posti, da inquadrare nella terza area, fascia retributiva F1 e un concorso pubblico per diplomati per complessivi 460 posti, da inserire nella seconda area, fascia retributiva F3.

Ente che ha bandito il concorso: Agenzia delle Dogane e dei Monopoli
Scadenza di presentazione della domanda: 5 novembre 2020
Ambito: vari ambiti (amministrativo, giuridico, contabile, tecnico, informatico)
Link al bando (per laureati): https://www.adm.gov.it/portale/documents/20182/6133798/Bando+766.pdf/79878692-e7dc-4365-ba2b-4673917b2630
Link al bando (per diplomati)https://www.adm.gov.it/portale/documents/20182/6134531/Bando+460.pdf/5e3ec662-6063-4469-8e59-b1a145f20675
Per quanto riguarda il bando per laureati le figure richieste sono le seguenti:

  • 100 posti di funzionario doganale – esperto nel settore amministrativo/contabile;
  • 50 posti di funzionario doganale – esperto nel settore giuridico legale e del contenzioso;
  • 70 posti di funzionario doganale – esperto nel settore delle relazioni internazionali;
  • 80 posti di funzionario doganale – esperto nel settore economico finanziario;
  • 70 posti di funzionario doganale – esperto in analisi quantitative statistico matematiche;
  • 86 posti di funzionario doganale – esperto nel settore informatico;
  • 147 posti di ingegnere;
  • 13 posti di ingegnere/architetto;
  • 150 posti di chimico.

Il bando per diplomati mira, invece, all’assunzione delle seguenti figure professionali:

  • 250 posti di assistente doganale da inserire nel settore amministrativo/tributario;
  • 30 posti di assistente doganale da impiegare nel settore contabile;
  • 20 posti di assistente doganale – addetto ai servizi di traduzione e interpretariato;
  • 40 posti di assistente doganale – addetto ai servizi di collaudo e accertamento tecnico;
  • 30 posti di assistente doganale da allocare nel settore tecnico di supporto alle attività dei laboratori chimici;
  • 50 posti di assistente doganale da introdurre nel settore tecnico di supporto alle attività di accertamento in ambito accise;
  • 20 posti di assistente doganale da adibire nel settore tecnico di supporto alle attività informatiche;
  • 15 posti di assistente doganale con mansioni di meccanico;
  • 5 posti di assistente doganale impiegato nei servizi di mensa e refezione.

Le domande possono essere inoltrate solo con modalità telematiche seguendo le indicazioni riportate sul portale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, raggiungibili dal sito istituzionale https://www.adm.gov.it/portale/.

Nella domanda di partecipazione i candidati devono indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al quale desiderano che siano trasmesse le comunicazioni relative alla selezione e dal quale dovranno inviare ogni comunicazione o documentazione ritenuta necessaria.
I concorrenti dovranno sostenere prove scritte (i laureati nel numero di due, i diplomati o una o due) e una prova orale e, se il numero delle domande di partecipazione sarà pari o superiore a 5 volte il numero dei posti messi a concorso, anche una prova preselettiva.

Concorsi all’INPS-Un’ulteriore interessante possibilità si profila per i laureati in alcune discipline tecniche; infatti, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha bandito un concorso per titoli ed esami, a centosessantacinque posti area C, posizione economica C1, profilo informatico. I posti richiesti sono dislocati su tutto il territorio nazionale anche se i vincitori, per il primo anno di immissione in servizio, dovranno permanere presso la Direzione centrale tecnologia, informatica e innovazione della Direzione generale.

Ente che ha bandito il concorso: Istituto Nazionale della Previdenza Sociale
Scadenza di presentazione della domanda: 6 novembre 2020
Ambito: informatico
Link al bandohttps://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-10-06&atto.codiceRedazionale=20E10660
Potranno partecipare al concorso i candidati in possesso di una laurea triennale in:

  • ingegneria dell’informazione (L8);
  • scienze e tecnologie fisiche (L30);
  • scienze e tecnologie informatiche (L31);
  • scienze matematiche (L35);
  • statistica (L41);
  • uno dei titoli di cui all’art. 9, comma 1, lettera a) del bando.

La domanda di partecipazione alla procedura concorsuale deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica e compilando il modulo disponibile all’indirizzo- https://www.inps.it/nuovoportaleinps/home.htm.

Nella domanda di partecipazione alla procedura concorsuale il candidato deve obbligatoriamente indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) presso il quale intende ricevere ogni comunicazione inerente al concorso.
I candidati dovranno affrontare due prove scritte ed una prova orale e, nel caso in cui siano inviate più di 2500 domande, anche una prova preselettiva avente ad oggetto quesiti a risposta multipla, di carattere psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche e cultura generale. La prima prova scritta consisterà in una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare la conoscenza delle seguenti materie: architettura dei sistemi elaborativi e reti, metodologie DevOps, agile, Cloud Computing, ingegneria del software, intelligenza artificiale, Blockchain, data governance e DBMS, data science.
Anche la seconda prova scritta verterà su una serie di quesiti a risposta multipla, però, in questo caso i partecipanti dovranno dimostrare le proprie conoscenze nelle seguenti materie: reti di telecomunicazione, sicurezza informatica, metodologie di sviluppo e di gestione dei progetti, organizzazione e gestione nella fase di erogazione dei servizi informatici, realizzazione di servizi su piattaforme Cloud.    A cura di Wolters Kluwer

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 valutazione/i, media: 5,00 su 5)
Loading...