A Rovigo confronto scientifico e culturale per lo studio e l’esecuzione di interventi al distretto renale.

ROVIGO-La Scuola Nazionale di Ecografia Nefrologica e la Società Italiana di Ecografia in collaborazione con l’Azienda ULSS 5 Polesana di Rovigo, organizzano a Rovigo, da lunedì 19 settembre a giovedì 22 settembre 2022, la decima edizione del Corso Nazionale di Nefrologia Interventistica.

Si tratta di un corso di formazione e confronto per nefrologi provenienti da diverse Regioni ed Università italiane: durante il seminario vengono approfondite le tecniche di utilizzo dell’ecografo nell’ esecuzione di interventi chirurgici al fine di rendere più sicure manovre invasive.  Il dibattito operativo del corso, che si terrà nell’aula multimediale dell’Ospedale di Rovigo,  si concentrerà sull’esecuzione delle indagini diagnostiche ecografiche ed interventistiche attraverso procedure  innovative e sicure grazie al contributo di professionisti dell’Azienda Ulss 5 Polesana, ma anche specialisti veneti ( Vicenza, Padova, Verona) , emiliani ( Modena), ma anche delle realtà sanitarie trentine , pugliesi e campane.

Quest’anno ricorre il decennale del Corso, che in questi anni, ha visto la partecipazione di oltre 200 Nefrologi italiani: è utile ricordare che la malattia renale cronica, in Italia è molto diffusa. In Provincia di Rovigo sono presenti oltre 20.000 nefropatici. “Questo elevato numero di pazienti necessita di percorsi diagnostici sicuri e garantiti da tecniche moderne – spiega il Dottor Fulvio Fiorini Direttore del Dipartimento Strutturale Specialistico e della  Unità Operativa Complessa Nefrologia dell’Azienda Ulss 5 Polesana – L’uso dell’ecografo è fondamentale, per gestire  al meglio la popolazione dei pazienti affetti da malattia renale cronica e non: l’ecografia infatti, permette una buona visualizzazione delle strutture anatomiche e determina la possibilità di effettuare manovre con maggiore sicurezza”. “Auguro buon lavoro ai partecipanti e sottolineo come la preparazione in questo ambito sia cresciuta qualitativamente nella nostra Azienda – dichiara il Direttore Sanitario dottor Alberto Rigo – da questo corso non può che svilupparsi una virtuosa sinergia tra esperienze qualificate, necessaria ad assicurare una risposta adeguata ai bisogni assistenziali dei pazienti con nefropatia.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici