Le emozione del mare secondo FEBO “il teatro siete voi” fa i “bambini felici”.

ADRIA (RO) – Bambini entusiasti, a bocca aperta e occhi spalancati sulle scene. È l’effetto collaterale della rassegna “Il teatro siete voi”, che nella serata del 1° luglio ha debuttato in piazza Cavour ad Adria, portando lo spettacolo “Storie di mare”, prodotto e allestito dalla padovana Compagnia Febo teatro, ispirato a tre racconti delle “Fiabe italiane” di Italo Calvino.

Per questa prima della rassegna curata da Irene Lissandrin con ViviRovigo, in co-programmazione con Arteven-Regione Veneto-Mic e sostenuta dalla Provincia di Rovigo-RetEventi, era presente praticamente tutta l’amministrazione. Il sindaco Omar Barbierato ha ricordato l’ambizione di Adria a diventare la città della cultura del Delta, anche con l’aiuto di eventi come “Il teatro siete voi”; c’erano gli assessori Andrea Micheletti e Sandra Moda, la consigliera comunale e provinciale Sara Mazzucato, che ha ricordato come sia importante che la Provincia di Rovigo abbia deciso di sostenere economicamente iniziative culturali specifiche per bambini; il presidente del consiglio comunale Francesco Bisco, che ha accompagnato il nipotino. Insomma, grande entusiasmo ed aspettativa per la più popolare rassegna per ragazzi che, secondo le parole della direttrice artistica Irene Lissandrin: “Si propone di diffondere la cultura teatrale massivamente in ogni angolo della provincia perché un bambino che va a teatro, è un bambino felice”.

Lo spettacolo è stato come un tuffo di emozioni per i bambini, anche piccoli, presenti alla rappresentazione, tanti di loro alla prima “esperienza teatrale” professionale. Sul testo e regia di Claudia Bellemo e Lucia Messina, gli attori in scena, Lahire Tortora e Moreno Corà di Febo teatro, hanno narrato ed interpretato tre fiabe di mare, interagendo con oggetti di scena fantastici, come la stupefacente scenografia di Roberta Bianchini che, da vera trasformista passa da vela a grande granchio. I ritmi incalzanti da Commedia dell’arte hanno letteralmente incollato gli sguardi dei bambini dall’inizio alla fine. Magistrale prova di Tortora e Corà, cha hanno saputo ricreare per i piccoli, quella magia del teatro che spesso si dimentica da adulti. Nel consueto momento dedicato alle domande a fine spettacolo, sono stati tantissimi i complimenti e qualcuno ha anche chiesto perché dedicarsi al teatro ragazzi. “Perché è una sfida professionale per un attore – ha risposto Moreno Corà. – I bambini sono il pubblico più difficile”.

Il Teatro Sete Voi è un progetto di Irene Lissandrin per ViviRovigo, col sostegno di Circuito regionale multidisciplinare Arteven, Mic e Regione Veneto, il contributo e la collaborazione della Provincia di Rovigo con RetEventi e Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, il patrocinio di Fondazione Banca del monte di Rovigo, il sostegno di Fondazione Rovigo cultura, la partnership dei comuni di Adria, Costa di Rovigo, Villanova del Ghebbo, Ariano nel Polesine con Pro loco Ariano, Pettorazza Grimani, Bergantino, Stienta, Canda, Corbola, Ficarolo e Rovigo; sponsor Borsari Idb group, Polaris srl, Baccaglini auto, Sabrina Silvestrini Fideuram, Banca del Veneto centrale, Rotary alto Polesine, Il Circolo di Rovigo.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici