Una mostra sul “La Croce Rossa e le portatrici carniche nella grande guerra”, per il secolo di storia del monumento ai caduti.

Adria-Ca’Emo-(RO)-Festeggiati sabato mattina a Ca’Emo i cento anni del monumento ai caduti, inaugurato per la prima volta il 24 settembre del 1922, anno in cui Ca’Emo era comune.
Un momento significativo con tanto di alzabandiera, accompagnato dall’inno nazionale, avvenuto alla presenza del Sindaco Omar Barbierato, dal maggiore dei carabinieri Pietro Gatto, dalle associazioni combattentistiche e d’arma, diversi cittadini e dal parroco don Lucio Pollini che ha benedetto il monumento e il mazzo di alloro.

“Il monumento è dedicato ai figli che hanno donato la loro vita per l’unità nazionale –ha detto il Sindaco Omar Barbierato- Ma oggi siamo coinvolti in paure e pensieri che non speravamo di rivivere a distanza di 70 anni e per questo condivido con voi  un pensiero che in occasione della commemorazione del 4 novembre ho lanciato agli studenti degli istituti scolastici: ognuno di noi diventi messaggero di pace. La pace si può costruire. Chiediamolo a tutti i livelli, fino al governo, perché si agisca sui tavoli della pace, perché con la guerra otteniamo solo distruzione, tragedie e sofferenze che non terminano mai. Il Sindaco ha poi rivolto un  “grazie enorme, infinito, alle forze armate, non solo per quello che hanno fatto nella prima guerra mondiale, ma per quello che fanno quotidianamente per assicurare la pace in Italia e nel mondo, per portare avanti i diritti e la difesa dei beni comuni. W l’Italia, W le forze Armate e W la pace”.

Terminata la cerimonia, il corteo della autorità civili,militari ed ecclesiastiche, diversi cittadini e le associazioni combattentistiche e d’arma, recanti bandiere e labari, si sono spostate presso la ex scuola elementare per il taglio del nastro della mostra intitolata “La Croce Rossa e le portatrici carniche nella grande guerra”. Un’ esposizione organizzata  dall’associazione culturale Don Giuseppe Tinello di Ca’Emo,  dall’Associazione  Nazionale  Sanità Militare Italiana, sezione provinciale di Torino e dai gruppi  alpini di Albignasego e Adria. A coordinare e curare  l’evento della mattinata Giosuè Paggioro. Nell’occasione il Sindaco Omar Barbierato si è complimentato  con le persone che a vario titolo si sono prodigate per il successo della cerimonia  e della mostra, che  rimarrà aperta fino a domenica 13 novembre con i seguenti orari: giorni feriali dalle 15-20, mentre nei giorni festivi, sarà aperta dalle  ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 20.
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici