A Palazzo Tassoni si parlerà di Pier Paolo Pasolini con Natalia Periotto Gennari.

ADRIA-(RO)-Lunedì 5 dicembre alle ore 17.30 in sala consiliare della sede municipale di Adria, la dottoressa Natalia Periotto Gennari racconterà della vita e delle opere di Pier Paolo Pasolini.  L’incontro patrocinato dal Comune di Adria è organizzato dalla Biblioteca comunale “Luigi Groto”, nell’ambito del Programma “Adria città che legge”.

A dare il titolo alla conferenza è una frase del famoso intellettuale “La mia malattia consiste nel non mutare”. Un giudizio che Pasolini dà di se stesso in una delle lettere inviate alla sua grande amica scrittrice  Silvana Mauri nel 1949. Una frase che delinea l’uomo, la sua identità, che, pur nella sua vita movimentata, in luoghi di versi, Bologna – Casarsa in Friuli – Roma, ma anche in tanti viaggi all’estero, in Africa e in Oriente, rimane sempre fedele a se stesso, nei suoi comportamenti, nel suo attaccamento alla madre, nella sua omosessualità, nel suo forte impegno culturale e politico.

Un uomo di sinistra ma con atteggiamenti radicalmente conservatori. Vastissima è stata la sua produzione nell’ambito della poesia, del cinema, del giornalismo. Grande scrittore, polemista. Sterminata, soprattutto in quest’anno centenario della sua nascita, la pubblicazione di articoli su giornali, su riviste specializzate, di libri di appassionati e di detrattori. Un personaggio con cui non si può non fare i conti. “Parlare di Pasolini in modo compiuto richiederebbe ben più di un incontro, -commenta Antonio Giolo, referente per la biblioteca “Luigi Groto”– ma siamo sicuri che la professoressa Natalia Periotto Gennari saprà andare al cuore del problema, e delinearci i tratti più significativi di questa grande, inquietante figura di uomo e di intellettuale, uno dei pensatori italiani più conosciuti e studiati in tutto il mondo”. 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici