chiacchiere da bar e demagogia

(Porto VirSilvia Gennari2016o, 4 Febbraio 2016) “Mi aspettavo più preparazione e meno proclami demagogici da parte  di una donna che muove i primi passi nel panorama politico ” -esordisce l’assessore Silvia Gennari -“dopo aver letto  le  esternazioni di qualche tempo fa  e di questi ultimi giorni della Mantovan”.“In primis perchè-spiega la Gennari-Un bando di gara per la gestione dei servizi legati alla biblioteca civica, non può essere usato come oggetto di strumentalizzazione politica. Secondo perchè,  le   norme in materia di appalti superiori a 39.999 euro parlano chiaro, è  obbligatoria una gara pubblica aperta a tutti”. 

“Stiamo parlando di servizi alla comunità che meritano attenzione e non la superficialità espressa negli interventi dalla Mantovan”.”Per dovere istituzionale, avrebbe dovuto approfondire le tematiche e comprenderle fino in fondo facendo domande nelle sedi opportune con i documenti alla mano-incalza l’assessore Silvia Gennari-“.

“Dovrebbe essere un suo implicito dovere, soprattutto per non confondere inutilmente i cittadini”.Continua Gennari: “Personalmente mi sono sempre informata a fondo prima di esprimere qualunque tipo giudizio. Questo impegno, oltre che doveroso, è quanto mai necessario per contrastare un pregiudizio forte nei confronti delle donne che occupano cariche politiche. La superficialità con cui Mantovan affronta questi temi mette in difficoltà la posizione di tante donne che, ogni giorno, combattono questo pregiudizio radicato. Lo sa bene il guppo consiliare “progetto la tua  Porto Viro  “ composto da donne che sostengono il Sindaco, quest’ultimo, a loro avviso,  apostrofato in malo modo proprio nei giorni scorsi.

“Per assurdo, dovremmo essere noi, come “quota rosa”, a pretendere le scuse dalla Mantovan, abbassandoci però, ad una becera demagogia che non ci appartiene e che soprattutto, non abbiamo proprio il tempo di fare. Come al solito -affermano all’unisono le donne del gruppo di maggioranza  “progetto la tua Porto Viro”-si è spostato il dibattito su temi privi di contenuti che, per la verità, rispecchiano l’indole dell’opposizione a Porto Viro. Ci ostiniamo a voler collaborare con una minoranza che invece di fare proposte concrete si concentra su temi secondari o sulla vita privata della giunta e sfrutta, in modo maldestro, chiacchiere da bar”.

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici