AdriaPolitica

GLI ESPONENTI DI IBC INVITANO L’ASSESSORA RAVAGNAN A PREPARARSI ADEGUATAMENTE SULLE QUESTIONI CULTURALI E SOCIALI.

ADRIA-(RO)-La recente presentazione pubblica delle deleghe da parte dell’Assessora Antonella Ravagnan ci ha stupiti per l’approccio superficiale e poco informato sulle questioni culturali e sociali che interessano la città. Durante il suo intervento, l’assessora ha dimostrato sorpresa nel constatare la presenza di fermenti culturali di spessore organizzati durante l’amministrazione Barbierato, eventi ai quali non si era mai vista partecipare.

Nell’occasione l’assessora ha presentato l’idea di un museo risorgimentale, ma ha commesso un imbarazzante errore chiamando un palazzo appena ristrutturato col nome di un altro edificio.  “Nel contesto della delega “pari opportunità” l’idea di costituire una nuova Commissione omonima è una buona idea, ma la presentazione delle proposte è  stata  superficiale e carente, perché l’assessora si è limitata a parlare di visite senologiche trascurando di approfondire le  iniziative legate all’ ottobre rosa, il mese dedicato all’importanza della  prevenzione del tumore al seno –fa notare l’esponente di IBC Oriana Trombin, che aggiunge- Inoltre, la camminata in rosa è  sempre stata  organizzata dal Comune in collaborazione con  Andos, i podisti e altre associazioni,  e non solo dai podisti di Adria come erroneamente citato dall’assessora”.

Ancora più evidente è stata la scarsa conoscenza dell’Assessora riguardo al Comitato di pilotaggio antiviolenza, organismo preposto alla gestione dei centri antiviolenza (di Lendinara, Adria e Rovigo ) cofinanziati dai comuni, dimostra la poca conoscenza dell’assessora sulle realtà esistenti del territorio per contrastare il fenomeno dei femminicidi- prosegue Trombin- Inoltre, la dimenticanza dell’assessora di attivarsi per organizzare  iniziative nelle giornate dedicate alla memoria delle vittime di violenza sulle donne, 17 ottobre per la morte di Giulia Lazzari  e quella del  25 novembre, ha messo in luce la mancanza di informazioni approfondite su temi cruciali per la comunità adriese. Fa specie- conclude Trombin, che l’assessora abbia fatto il solo riferimento all’istituto Colombo senza parlare di ulteriori collaborazioni con gli altri istituti superiori della città”
Il Movimento Civico Impegno per il Bene Comune (IBC)  auspica che l’assessora Ravagnan si impegni maggiormente a informarsi e prepararsi adeguatamente sulle questioni culturali e sociali rilevanti per la città. Solo così potrà svolgere il suo ruolo con maggiore consapevolezza e attenzione necessarie per rispondere alle tematiche importanti che riguardano la comunità adriese.
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: