Sedici maxi yachts si sfidano nel bacino di San Marco per la Venice Hospitality Challenge.

Venezia-Sono sedici i maxi yacht, timonati da altrettanti skipper di fama internazionale, che arriveranno nelle prossime ore a Venezia, pronti a sfidarsi sabato 15 ottobre nel bacino di San Marco per contendersi l’ambito cappello del doge in occasione della nona edizione della Venice Hospitality Challenge. Confermata la presenza all’evento del presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre.

Unica regata al mondo che si disputa interamente nelle acque interne di una città è un’occasione da non perdere per il pubblico e gli appassionati che potranno apprezzare una regata che si svolge a pochi metri dalle rive, meravigliarsi vedendo gli equipaggi impegnati in difficili manovre sullo sfondo di una chiesa, cogliere l’istante in cui il vincitore taglia la linea d’arrivo e tutto questo mentre si assapora un caffè o si mangia un gelato comodamente seduti.

Grazie a questa sua peculiarità, irrealizzabile altrove, il pubblico potrà seguire la regata dalle rive del bacino di San Marco, da Punta della Dogana, dalla Giudecca e dalle Zattere. Per tutti coloro che non saranno a Venezia sarà invece possibile seguire la regata tramite la diretta streaming dalla pagina Facebook della Venice Hospitality Challenge, del Salone Nautico Venezia e dal profilo Instagram “Generali Italia”. La telecronaca sarà realizzata da Alessandro Pavanati mentre il commento tecnico affidato ad Enrico Zennaro, vincitore di tre edizioni della Venice Hospitality Challenge. Quest’anno la flotta, fin dalla partenza, in base alle caratteristiche di ciascuna imbarcazione verrà divisa in due categorie che partiranno a due minuti di distanza l’una dall’altra. Al termine della regata, previsto verso le 17.00 circa, seguirà la premiazione alle Zattere presso la banchina VYP Venice Yacht Pier.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici