Adriacqua Festival-Una gara a tempo di voga alla Veneta.

ADRIA-(RO)-La seconda edizione di Adriacqua Festival è stata baciata dal sole. Domenica 18 settembre ben 24 regatanti hanno formato i 12 equipaggi che si sono sfidati in una gara a tempo di voga alla Veneta. A coordinare le operazioni la Remiera Clodiense, fondata a Chioggia nel 1993 da un gruppo di appassionati di voga veneta, che ha portato ad Adria un simbolo della laguna: una “mascareta” con la vela al terzo. Presenti alcuni rappresentanti della Remiera Pellestrina, della Remiera Voga Veneta Concordiese di Concordia Sagittaria, della Voga Veneta Mestre, del Gruppo Remiero Adigetto di Villanova del Ghebbo.

Presenti anche alcuni rappresentanti del Gruppo Canottieri Adria che avevano dato il via alla giornata con una vogata partita dal pontile nei pressi della loro sede. La classifica finale ha visto prevalere su tutti la coppia Busetto Alberto e Briganti Giuseppe della Remiera Pellestrina rispettivamente a poppa e a prua con un tempo di 4 minuti, 8 sec. e 30 cent.. Al secondo posto Vianello Ermenegildo  (Remiera Pellestrina) e Nogarotto Marco  (Voga Veneta Mestre) con 4 minuti 16 sec. e 03 cent.. A seguire la coppia Merelli Domenico della Voga Veneta Mestre e Busetto Ennio della Remiera Pellestrina. Quarti classificati Vianello Dennis (Remiera Pellestrina) e Tozzato Massimo (Voga Veneta Mestre)Ai quattro equipaggi “arrivati in bandiera” sono state assegnate, appunto, le tradizionali bandiere della regata. Una bandiera rossa è stata consegnata ai primi classificati, ai secondi bianca, ai terzi verde (colori in omaggio della bandiera italiana). I quarti arrivati hanno ricevuto la bandiera azzurra (colore di Casa Savoia).

A sorpresa i primi classificati hanno omaggiato con una loro bandiera l’equipaggio femminile composto da Emma Todesco e Stephanie Boessling della Voga Veneta Mestre. Prima della regata hanno portato i saluti l’assessore del Comune di Chioggia Elisabetta Griso, il Sindaco di Adria Omar Barbierato, l’assessore Matteo Stoppa, il presidente di Assonautica Acque interne del Veneto e dell’Emilia Luigi Duò e la presidente della Pro Loco Letizia Guerra. Tutti hanno rimarcato l’importanza dell’elemento acqua che accomuna il territorio adriese e quello clodiense. E’ stato, poi, ricordato che nel ramo interno del Canalbianco, scenario della regata, fino a qualche decennio fa si potevano osservare barche e barconi provenienti anche dal veneziano che caricavano e scaricavano merci. Cessata l’attività portuale gli adriesi hanno abbandonato quasi del tutto il rapporto con l’acqua. L’obiettivo dell’Adriacqua Festival è quello di recuperare questo legame, inscindibile dalla Città che ha dato il nome al Mare Adriatico.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici