Rovigo-Adria-Castelmassa: Carabinieri.

23 dicembre – 26 dicembre 2016 Servizi a largo raggio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale

A partire dal 23 dicembre 2016 i Carabinieri del Comando Provinciale di Rovigo hanno ulteriormente intensificato i servizi esterni attraverso una massiccia attività di proiezione con l’esecuzione di servizi a largo raggio che hanno interessato l’intera provincia. Ai servizi ordinari si sono aggiunte ulteriori pattuglie, messe in campo dalle Compagnie di Rovigo, Adria e Castelmassa, servizi svolti a partire dal giorno 23 dicembre fino a coprire l’intera giornata di Santo Stefano, rivolti al contrasto dei reati “predatori”, al controllo del territorio e alla sicurezza della circolazione stradale.
In particolare il 23 dicembre, venerdì di antivigilia, i carabinieri della Provincia di Rovigo hanno svolto 49 servizi complessivi, impiegando 98 militari, di questi 17 servizi straordinari sono stati dedicati alla fascia oraria pomeridiana – serale, ritenuta sensibile in previsione della massiccia affluenza di persone presso gli esercizi commerciali. E difatti, in tale prospettiva, sono stati numerosi i controlli svolti (74 veicoli e totali 96 persone identificate) con l’impiego di 36 militari e 17 veicoli con colori d’Istituto, fra queste vari soggetti sottoposti ad obblighi vari e 6 gli esercizi pubblici/strutture che hanno visto l’accesso dei carabinieri. I successivi giorni 24, 25 e 26 i servizi sono proseguiti e intensificati in tutto l’arco orario, 128, infatti, le pattuglie in circuito con l’impiego di 256 militari e, tra queste, nelle serate dei giorni 23 e 24 e la mattina di Natale, anche quelle composte da militari in Grande Uniforme Ridotta, che hanno presidiato a piedi il centro del capoluogo.

L’attività di controllo alla circolazione stradale ha portato ad elevare complessive 14 contravvenzioni al c.d.s. mentre nel settore della polizia giudiziaria si è registrato: a) I carabinieri della Compagnia di Castelmassa hanno segnalato amministrativamente due soggetti, un italiano ed un marocchino, entrambi residenti in questa provincia, con alcuni precedenti a carico, poiché trovati in possesso di modici quantitativi di hascisc, sequestrato; b) I carabinieri della Compagnia di Adria sono intervenuti in una famiglia ed hanno deferito alla locale Procura della Repubblica un cittadino italiano 52enne per il reato di maltrattamenti e lesioni volontarie in danno del coniuge convivente, 41enne anch’essa italiana, contro il quale il marito si era scagliato procurandole lesioni giudicate guaribili in alcuni giorni. 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici