PORTO VIRO-AL VIA “IL CUORE MOTORE DELLA VITA”.

Porto Viro  14 ottobre 2016 – Ha preso avvio questa mattina anche a Porto Viro, con una manifestazione al palazzetto dello sport al quale hanno partecipato 225 studenti delle scuole del Polesine, l’ottava edizione della campagna di prevenzione cardiovascolare “Il cuore motore della vita”, organizzato dall’ associazione “Amici del cuore” di Rovigo in collaborazione con le Ulss 18 e 19, il V.o Ufficio scolastico territoriale di Padova e Rovigo, la struttura complessa di cardiologia dell’ospedale di Rovigo e sponsorizzata dalla casa di cura “Madonna della salute” di Porto Viro. A partire da domani, e fino a maggio, gli  studenti delle scuole primarie e secondarie del territorio, insieme ai loro insegnanti e genitori saranno coinvolti in una serie di inziative, con lezioni frontali, incontri di formazione e manifestazioni pubbliche,  finalizzate alla conoscenza del cuore, ai rischi derivanti da stili di vita non corretti e alle modalità di pronto intervento per arresto cardiaco quando ci si trovi in presenza di persone che versano in pericolo di vita. “Quest’anno – ha detto ha Laura Quadretti, cardiologa e responsabile dell’iniziativa per l’area del basso Polesine –  le scuole secondarie verranno coinvolte maggiormente rispetto alla scorsa edizione, quando, in via sperimentale,  avevano partecipato alle lezioni di rianimazione cardiopolmonare e agli incontri di  addestramento all’uso del defibrillatore.  Per le scuole che lo dovessero richiedere sono previsti inoltre corsi di rianimazione cardio polmonare anche per il personale scolastico”.

Nel dettaglio, le lezioni dei medici specialisti nelle scuole primarie e secondarie verranno effettuate a  partire dal mese di novembre fino alla metà del mese di aprile, mentre gli  incontri di formazione rivolti a insegnanti e genitori richiesti dalle scuole si svolgeranno da febbraio a maggio.  “La scorsa edizione del progetto ha registrato, a  livello provinciale, la partecipazione di 15 istituti comprensivi statali su un totale di 22 e di 1 istituto paritario, – ha spiegato il presidente dell’associazione “Amici del cuore” di Rovigo,  Carlo Piombo – Le inziative organizzate sul territorio hanno riguardato 83 docenti e 1.509 alunni, con il coinvolgimento indiretto delle rispettive famiglie. Quest’anno ci rivolgeremo anche ai giovanissimi atleti di alcune scuole di calcio della provincia di Rovigo”. L’edizione 2016-2017 del progetto prevede anche, ha annunciato il presidente degli “Amici del cuore”, la messa a disposizione di due defribillatori dell’associazione ai medici che andranno nelle scuole ad insegnare la pratica di rianimazione cardio-polmonare. “Il cuore motore della vita è ormai divenuto un appuntamento fisso in Polesine – ha ricordato l’Ad della casa di cura “Madonna della salute” Stefano Mazzuccato – Il progetto, in particolare, è unico nel Triveneto e, per quanto di mia conoscenza, in Italia. Anche per questo ha ricevuto in più occasioni l’apprezzamento dell’A.N.M.C.O. (Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri)”.

Casa di cura “Madonna della Salute” Ufficio stampa: Carlo Saccon 

 

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici