Porto Viro-Inaugurazione Bookcrossing.

Associazione culturale  “Città Invisibili” (Porto Viro)

BOOKCROSSING

Inaugurazione iniziativa e postazione al caffè Orologio

Inaugurato a Porto Viro lo scorso 7 gennaio il Bookcrossing. L’iniziativa, nata nel 2001 negli Stati Uniti ed oggi diffusa ampiamente a scala globale grazie al sito web bookcrossing.com, è stata promossa nel territorio bassopolesano dall’associazione culturale Città Invisibili che lo scorso sabato ha presentato l’idea e il suo funzionamento ad un pubblico di amanti della lettura, curiosi e amici dell’associazione, presso il caffè Orologio.In pratica si tratta di rendere il mondo un’intera biblioteca non codificata, ma basata sul libero scambio fra lettori, che pur non conoscendosi rilasciano libri in luoghi pubblici, talvolta in spazi ben identificati, come ad esempio le bookbox gialle create da Città Invisibili, piuttosto che nelle stazioni, nei treni, ecc. Attualmente sono state attivate già quattro postazioni: una al bar Orologio, una nelle sale d’attesa degli ambulatori della Casa di Cura Madonna della Salute, una presso la sede Ulss di Porto Viro e una presso la sede Ulss di Taglio di Po; presto se ne aggiungerà una a Porto Tolle in collaborazione con l’associazione Magnacharta e altre sono in fase di definizione grazie alla collaborazione di enti pubblici, cittadini e gestori di locali che si possono proporre per l’attivazione di una postazione.

L’iniziativa gode della collaborazione con la biblioteca di Porto Viro, che ha donato all’associazione, come ad altre associazioni o enti del territorio, alcuni libri provenienti dal riordino del proprio archivio. I libri, assieme a quelli di proprietà dei soci dell’associazione, sono stati liberati e inseriti nel circuito del bookcrossing per essere scambiati con altri provenienti dai cittadini e da chiunque desideri scambiare un proprio libro con altri.La presidente dell’associazione, Barbara Pregnolato, dopo aver spiegato l’iniziativa ha ringraziato la Casa di Cura, l’Ulss 5 Polesana e i gestori del caffè Orologio per la disponibilità a collaborare, oltre che il Servizio Cultura e la Biblioteca di Porto Viro, rappresentate da.Alla presentazione è seguito un momento letterario su “Le città Invisibili” di Italo Calvino, grazie al contributo di Lara Mantovani, che ha letto e interpretato alcuni brani del romanzo, cui l’associazione deve il proprio nome nel segno della condivisione e del guardare oltre la superficie delle cose, così come spiegato dalla presidente che in conclusione ha invitato il pubblico ad aderire alla visita della mostra su Frida Kahlo a Bologna, che l’associazione organizza per il prossimo 26 febbraio. Per informazioni è possibile contattare il 328 4152665, o la biblioteca comunale, o scrivere una mail a asscittainvisibili@gmail.com .

 

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici