Rosolina debriefing conclusivo-Piano vacanze sicure.

ROSOLINA-(RO)-Nella mattinata odierna si è tenuto, presso il Municipio di Rosolina, un incontro di debriefing in vista della conclusione della stagione estiva, sull’attività di ordine e sicurezza pubblica e di prevenzione incendi svolta nell’ambito del Piano “vacanze sicure” – varato nel corso del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 25 maggio scorso – che ha previsto, per i mesi di luglio e agosto, la predisposizione di misure operative aggiuntive agli ordinari servizi di controllo del territorio, in funzione dell’afflusso turistico nella nota località balneare e nel Delta del Po.

Nel corso dell’incontro, il Prefetto di Rovigo, Clemente Di Nuzzo, e i vertici provinciali delle Forze dell’ordine, dei Vigili del Fuoco e della Capitaneria di Porto hanno esaminato con l’Amministrazione comunale di Rosolina i risultati conseguiti con il potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo del territorio, nonché di quelli deputati al soccorso pubblico e alla protezione civile, attuati anche grazie all’istituzione dei presidi stagionali dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. L’intensificazione delle misure volte a prevenire e contrastare il verificarsi di fatti illeciti ha rappresentato, come ha ricordato il Prefetto, la concreta applicazione del concetto di sicurezza integrata nel cui ambito ha agito tutto il personale delle Forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco, in sinergia con le Forze di Polizia Locale dei Comuni di Rosolina e del litorale polesano, che hanno fornito un valido contributo per assicurare massima efficacia ai servizi di controllo del territorio. Il Sindaco ha espresso ampia soddisfazione per l’impegno profuso, che ha generato nell’opinione pubblica un innalzamento del livello di sicurezza percepito, garantendo alla cittadinanza e ai turisti la fruizione di standard di sicurezza elevati. In particolare, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rovigo – con l’apertura della Stazione temporanea di Rosolina Mare – ha reso noto che sono stati complessivamente svolti 190 servizi di controllo, con i seguenti risultati: 1.000 persone identificate, 400 veicoli controllati, 64 reati perseguiti (di cui 39 furti), 16 denunce in stato di libertà e 2 arresti in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale.

Il fenomeno dell’abusivismo commerciale è stato fortemente ridimensionato grazie alle attività di prevenzione e contrasto alla contraffazione e al commercio abusivo in spiaggia: 2 le persone segnalate perché persone sorprese a vendere prodotti senza licenza, con conseguente sequestro della merce, per un valore di oltre 10.000 euro. Nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati segnalati 10 giovani quali assuntori di sostanze psicotrope e sottoposti a sequestro 200 g di marijuana, 100 g di hashish e 3 dosi di cocaina. Anche la Questura di Rovigo ha fornito i dati relativi ai servizi svolti nelle località turistiche, dai quali si evince un significativo incremento dell’attività di controllo sul territorio, effettuata anche con il contributo del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di Padova e degli equipaggi della Squadra Nautica Acque Interne. Nello specifico, sono stati disposti 14 servizi di Ordine Pubblico e 85 servizi di controllo del territorio, nel corso dei quali sono state identificate 655 persone e controllati 309 veicoli. Sono stati effettuati, inoltre, 322 posti di controllo cha hanno condotto all’arresto di 1 persona per traffico illecito di sostanze stupefacenti.

In un periodo caratterizzato dal grave fenomeno della siccità e della crisi idrica, massimo impegno è stato profuso dai Vigili del Fuoco che, con l’apertura del Distaccamento estivo di Rosolina, hanno svolto una serie di servizi di prevenzione incendi che hanno consentito di evitare il verificarsi di fenomeni di innesco, mediante una costante attività di vigilanza delle aree boschive e golenali, anche grazie al contributo dei volontari A.I.B. della protezione civile per le attività di avvistamento. Complessivamente 99 gli interventi effettuati, tra i quali un’operazione di ricerca di una turista della Repubblica Ceca scomparsa nella pineta di Caleri, ritrovata deceduta, il salvataggio di una persona disabile caduta in un fossato e di un bagnante che, rimasto per ore in mare, è stato tratto in salvo nei pressi della spiaggia di Barricata nel Comune di Porto Tolle, con l’ausilio del Nucleo elicotteri di Venezia. Numerosi gli interventi a tutela della incolumità collettiva e dei beni pubblici e privati, resisi necessari in seguito alle avverse condizioni meteorologiche dei giorni successivi al 15 agosto. La Capitaneria di porto di Chioggia, con gli equipaggi degli Uffici marittimi di Porto Levante, Pila di Porto Tolle e Scardovari, ha svolto specifici servizi sui lidi, a tutela dei bagnanti e dei diportisti, per un totale di 950 controlli, concentrati in particolare sul demanio marittimo e sugli stabilimenti balneari. Anche la Guardia di Finanza, con l’apporto della Sezione Operativa Navale di Porto Levante, ha assicurato una efficace attività di contrasto alle illegalità di propria competenza, mediante servizi di pattugliamento via mare e di controllo su strada. La Sezione di Polizia Stradale di Rovigo ha organizzato specifici servizi di pattugliamento lungo la S.S. 309 “Romea”, nel corso dei quali sono state controllate 549 persone e 391 veicoli. Il potenziamento dei servizi proseguirà fino al giorno 31 agosto, data di chiusura della Stazione Temporanea di Rosolina Mare, nonché in tutti i fine settimana del mese di settembre.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici