Porto Tolle-Carabinieri denunciano due italiani per furto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Porto Tolle (RO)-05/o8/2016- I Carabinieri denunciano due italiani per furto di materiale ferroso. Grazie ad una chiamata al 112, i militari sono intervenuti in una società di navigazione  intercettando i due durante la fuga a bordo di un furgone carico di refurtiva.I Carabinieri hanno denunciato due italiani in stato di libertà per concorso di persone in furto aggravato, S.L. un adriese di 42 anni, e L.D., un 47enne di origini sarde residente nel veneziano, bloccati nella notte tra il 3 ed il 4 agosto.Nel corso della notte un pescatore si era accorto di movimenti sospetti in una società di navigazione di Porto Tolle (RO), che ha un rapporto di comodato d’uso dell’area golenale a Polesine Camerini: aveva notato, infatti, due uomini che si aggiravano all’interno e stavano caricando del materiale su un furgone cassonato. Per sincerarsi della situazione, ha chiamato il proprietario, suo amico, il quale ha chiesto soccorso al Pronto Intervento 112 del Nucleo Radiomobile della Compagnia CC di Adria. Immediatamente le pattuglie in circuito sono state allertate ed hanno iniziato le ricerche del furgone che nel frattempo si era dato alla fuga.

Il confluire sul posto delle pattuglie ha inesorabilmente stretto le maglie della rete attorno ai due malviventi che sono stati ben presto intercettati da un equAss.Naz.Carabinieriipaggio dell’Arma a qualche chilometro dalla ditta.I due uomini sono così stati portati presso la caserma di Adria, ove sono stati dapprima identificati e poi deferiti alla magistratura rodigina per concorso di persone in furto aggravato.L’intera refurtiva, costituita da un ingente carico di componentistica in materiale ferroso per barche e navi, è stata completamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.
La perfetta sinergia e collaborazione tra i cittadini e l’Arma dei Carabinieri ha così permesso di sventare sul nascere il reato, divenendo piena espressione del concetto di “sicurezza partecipata”.
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici