Porto Viro-E’ stato un successo il “divino delitto”

(Porto Viro, 7 Novembre 2015) E’ stato un successo il “divino delitto”. L’evento culturale  inserito nel programma della 16esima fiera del libro, è stato apprezzato e commentato positivamente dagli oltre cento  commensali partecipanti, che durante la cena di venerdì sera nella sede dell’Auser di Porto Viro, si sono cimentati  investigatori nel scoprire chi avesse ucciso Virgilio. Nel gioco teatrale interattivo, ambientato nell’inferno della divina commedia  di Dante Alighieri, i commensali del tavolo delle “Veneri”hanno indovinato la colpevole del delitto senza giocare il jolly della domandona segreta, dopo che i vari personaggi, coordinati dal divino Dante Alighieri, si erano alternati nelle loro performance recitative tra una pietanza e l’altra. Prima con Caronte, poi Francesca da Polenta, Pluto,Minosse, Ulisse e il conte Ugolino della Gherardesca il pubblico è stato trasportato nell’atmosfera della selva oscura, presentata con un piatto di polenta con funghi e salsiccia, per poi spostarsi nel limbo, dove Virgilio prima di essere ucciso tra fulmini e saette, viveva con le crespelle di prosciutto cotto e carciofi. E tra il brasato al vino rosso con verdure spadellate, “il traditore degli ospiti”, assassino di Virgilio, si nascondeva dietro al dolce della “Rosa dei beati”. Tre gli attori protagonisti della “Atuttotondo”che hanno interpretato  i sei personaggi del divino delitto:Andrea Marchi, Stefano Pellicani e Piero Zama.”Il divino delitto rappresenta la grossa novità della 16esima fiera del libro-ha affermato l’assessore Marialaura Tessarin-ed è stato un successo annunciato, sia per il tutto esaurito dei posti, dopo pochi giorni dalla presentazione ufficiale della fiera del libro, sia per l’apprezzato  connubio tra cucina e cultura”.

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici