Porto Viro-firma del protocollo d’intesa per l’adesione dell’osservatorio locale per il paesaggio Delta del Po alla rete regionale degli osservatori per il paesaggio

(Porto Viro,18 Ottobre 2015) Lunedì 19 Ottobre alle 12 nella sala convegni della biblioteca civica, ci sarà la sottoscrizione pubblica del Protocollo d’intesa per l’adesione dell’Osservatorio locale per il paesaggio Delta del Po alla Rete regionale degli osservatori per il paesaggio.
A presenziare all’evento l’assessore Cristiano Corazzari e il sindaco di Porto Viro Thomas Giacon, presidente dell’osservatorio per il paesaggio del Delta .Nel corso dell’incontro saranno annunciati i componenti eletti per il  comitato di gestione, del direttore e sarà illustrato il programma delle attività dove sono evidenziati gli obiettivi e le azioni che l’osservatorio locale  intende realizzare nel primo biennio.
Con l’adesione alla Rete regionale dell’Osservatorio locale per il paesaggio Delta del Po, i territori comunali interessati passano complessivamente a 101. Altri osservatori hanno richiesto l’adesione e andranno nei prossimi mesi ad incrementare ulteriormente il numero dei comuni coinvolti, con lo scopo di promuovere, salvaguardare,gestire e  riqualificare i paesaggi del Veneto, attraverso l’integrazione delle politiche di pianificazione territoriale, urbanistica con quelle a carattere culturale, ambientale, agricolo,sociale ed economico, nonché con le altre politiche settoriali che possono avere un’incidenza diretta o indiretta sul paesaggio.
Con l’adesione dell’Osservatorio locale per il paesaggio Delta del Po, la Rete regionale compie quindi un significativo passo in avanti, non solo per il numero di enti coinvolti nel progetto, che vede protagonisti oltre ai Comuni di Adria, Ariano nel Polesine, Chioggia, Corbola, Loreo, Papozze, Porto Tolle, Porto Viro, Rosolina e Taglio di Po, anche l’Ente Parco Regionale Delta del Po Veneto ed il Consorzio di Bonifica Delta del Po, ma anche perché la maggior parte degli stessi enti parteciperanno alle progettualità di scala vasta quali il Contratto di Foce Delta del Po, la Riserva di Biosfera MAB Unesco Delta del Po, l’Area Interna Delta del Po. Come appare evidente si tratta di una chiara volontà, da parte degli enti coinvolti, di far convergere diverse attività, che hanno nel paesaggio del Delta del Po il comune denominatore e potranno ottenere significativi risultati a vantaggio di un territorio fragile ma nello stesso tempo particolarmente ricco di eccellenze ambientali e paesaggistiche.
L’osservatorio regionale, ispirandosi ai principi stabiliti dalla Convenzione Europea del Paesaggio, estende la propria attività a tutto il territorio, agli spazi naturali, rurali, urbani e urbani, ai paesaggi di eccezionale valore, nonché ai paesaggi della vita quotidiana e a quelli degradati.L’osservatorio informa quindi la propria attività e promuove, oltre alla tutela e valorizzazione, anche la sensibilizzazione della società civile, la formazione scolastica e professionale sui temi del paesaggio, la partecipazione dei cittadini, delle autorità locali e di tutti i soggetti coinvolti nelle attività che trasformano il paesaggio.

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici