Porto Viro-Seduta pubblica di solidarietà

(Porto Viro, 18 Agosto 2015) L’importo dei gettoni di presenza degli amministratori presenti all’ultimo consiglio comunale saranno destinati alla popolazione della riviera del Brenta .A deciderlo in maniera unanime i 13 consiglieri, in risposta alla mozione presentata dal consigliere di minoranza penta stellato Sante Crepaldi.Assenti giustificati alla seduta pubblica  i consiglieri di minoranza Roberto Luppi, Maura Veronese, Doriano Mancin  e il consigliere di maggioranza Paolo Franzoso. Nel corso della trattazione  dell’ordine del giorno, la consigliera di minoranza Alessia Tessarin del Pvp(Porto Viro Pulita)aveva definito l’iniziativa “un po’ ridicola” visto che in altre sedute pubbliche gli amministratori erano stati invitati a devolvere il gettone di presenza per le famiglie indigenti di Porto Viro, e poi non si era reso notizia in merito.” Non è che per aiutare le persone bisogna aspettare una calamità naturale-aveva commentato la Tessarin-“rimarcando il numero notevole delle tante situazioni di crisi a Porto Viro.

A rispondere al quesito il vice sindaco Roberto Tortello“Già negli scorsi anni come gruppo politico decidiamo insieme, io insieme a Maurizio Finessi e Giuliano Zaia,(ora sostituito dal consigliere Paolo Franzoso) siamo stati gli artefici dell’iniziativa di accantonamento dei gettoni di presenza a beneficio delle famiglie portoviresi indigenti. E insieme a noi hanno seguito l’esempio altri amministratori”.

“Successivamente, -prosegue Tortello nel 2014, momento in cui si è insediata la nuova amministrazione, una parte di noi  ha rinunciato a un’indennità corrispondente  al gettone di presenza “.Una richiesta che viene fatta a discrezione di ogni singolo amministratore in base all’articolo 82,comma 2 del Tuel.Un importo che corrisponde al netto dell’irpef a 20,58 euro per ogni seduta pubblica.

In questi anni è stata accantonata una cifra importante , che è servita in parte ad acquistare generi alimentari, già distribuiti alle famiglie indigenti e una quota parte per coprire le spese funerarie a una signora.“Dell’importo rimasto, stiamo valutando a chi e come devolverlo il contributo, se darlo all’interno del sociale, se darlo alla Caritas o dopo l’individuazione dei soggetti che ne abbiano necessità. Lo faremo entro la fine dell’anno-ha affermato il vice sindaco Roberto Tortello-“

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici