Porto Viro-Tavolo di concertazione della pesca

(Porto Viro, 4 Dicembre 2015)Le decisioni dei rappresentanti del comparto della pesca al tavolo della pesca di Porto Viro, hanno segnato un momento storico per la risoluzione delle problematiche legate alla raccolta dei molluschi nel canale navigabile  del Po di Levante. Al tavolo di concertazione riunitosi mercoledì 2 dicembre nella sala consigliare del comune di Porto Viro, sono state due le proposte vagliate dai vari rappresentanti del comparto: una stilata dall’associazione polesana acquacoltori di Rosolina e Porto Viro, presieduta da Alessandra Siviero e l’altra  condivisa da tre firmatari, consorzio delta nord, rappresentato in sede di riunione da Massimo Lazzarin, dal consorzio molluschicoltori Veneti, rappresentato da Diego Crivellari e dall’impresa non associata ai consorzi Maiorca società cooperativa rappresentata da Roberto Ferro. Alla riunione, presieduta dal sindaco di Porto Viro Thomas Giacon, affiancato dal presidente della provincia Marco Trombini , dal vice sindaco di Porto Viro Roberto Tortello e dal sindaco di Rosolina Franco Vitale, hanno partecipato e firmato il registro presenze Alessandro Faccioli della Coldiretti impresapesca, Ilaria Beltrame e Sandro Vettorello della Federcoopesca, Alberto Boscolo Bisto del consorzio Almea, Gianni Camuffo e Sebastien del consorzio Foce Po di Maistra, Sandro Mantoan della cooperativa pescatori Eridania, Mafietto Donà della cooperativa pescatori Santa Margherita e Davide Capelli dell’Acquaviva srl.Dopo la lettura e l’approvazione da parte dei presenti del verbale della precedente riunione del tavolo pesca, il sindaco Thomas Giacon ha evidenziato i contenuti delle due proposte.”Si tratta di due atti in cui sono riportate delle proposte intelligenti per un unico obiettivo, che è lo stesso di noi amministratori-sintetizza il sindaco Thomas Giacon- ovvero istituire la zona nursery di allevamento dei molluschi, nel canale Po di Levante , che dovrà essere  salvaguardata da un’apposita commissione tecnica che provvederà anche  all’istituzione di un servizio di sorveglianza permanente con lo scopo di debellare l’attuale abusivismo”. Per il raggiungimento dell’obiettivo comune, il presidente Marco Trombini si incontrerà nei prossimi giorni con tutti i rappresentanti preposti e competenti che gravitano attorno alla pesca e ai canali, dalla capitaneria di porto ai vari enti di gestione al demanio,  che permetterà nel prossimo tavolo pesca di Porto Viro, che sarà convocato prima di Natale, di istituire ufficialmente la nursery nel canale Po di Levante e della commissione tecnica che dovrà avere il compito di far osservare il rispetto dei periodi di raccolta del novellame come da norme di tutela biologica nazionale.

“Solo attraverso le azioni sinergiche e la condivisione tra istituzioni e realtà produttive si potrà finalmente cambiare passo per il rilancio dello sviluppo economico del nostro territorio-ha concluso il sindaco Thomas Giacon”

Guendalina Ferro

Servizio Informazione Comune di Porto Viro
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici