Porto Tolle-COMMEMORAZIONE DEL 18/09/2016.

PORTO TOLLE LA PRIMA SEZIONE UNIRR COMPOSTA DA GIOVANI
L’iniziativa seguirà alla mostra-convegno sui reduci di Russia, grazie alla collaborazione tra Comune e Istituto comprensivo

 Nascerà a Porto Tolle, in provincia di Rovigo, nel cuore del Delta del Po veneto, la prima sezione provinciale dell’Unione italiana reduci di Russia (Unirr) composta da giovani: l’iniziativa segue alla mostra-convegno chesenza-titolo-1, lo scorso 14 maggio, aveva portato il presidente nazionale dell’Unirr, Francesco Maria Cusaro, a intervenire all’apertura della mostra-convegno dedicata dalla scuola media “Brunetti” alla storia dei “Ragazzi del Don”. La collaborazione tra Comune di Porto Tolle (assessorato alla Scuola in capo all’assessore Leonarda Ielasi), e Istituto comprensivo, così, vede l’impegno a preservare la memoria e le ricerche dei dispersi sul fronte russo continuare attraverso i giovani, per implementare i contenuti e il valore storico-sociale della mostra alle medie “Brunetti”. Domenica i ragazzi, una delegazione delle medie classi 3A e 3B accompagnati dall’assessore Ielasi e i professori Boscolo Bariga e Sabrina Siviero, hanno partecipato alla cerimonia nazionale del Caduto e del Disperso, ricevuti da alte autorità civili e militari tra i quali la senatrice Laura Fasiolo e il presidente nazionale Unirr Cusaro. L’assessore ha partecipato con la fascia tricolore alla parata consegnando un gagliardetto del comune di Porto Tolle al sindaco di Pozzuolo del Friuli, Nicola Turello, e uno al presidente nazionale Cusaro.
Commovente il momento in cui la studentessa di 3B Ilaria Gibin ha suonato da solista il silenzio col flauto traverso, accompagnando la preghiera del Caduto, e poi, affiancata dall’assessore Ielasi ha deposto un mazzo di fiori ai piedi della tomba di don Carlo Caneva (già cappellano militare e reduce di Russia e fondatore del Tempio-Museo), conservata nella cripta della chiesa del Tempio a Cargnacco (Udine).
A novembre già programmata una cerimonia a Porto Tolle, occasione in cui sarà ospitato il medagliere nazionale e il presidente nazionale dell’Unirr consegnerà le tessere ad honorem al sindaco Bellan, all’assessore Ielasi, all’Istituo comprensivo e al professore Boscolo Bariga.
Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici