Educazione civica a scuola.

(Porto DSC07911Viro, 21  Aprile 2016) Partite anche quest’anno la serie di lezioni in classe sull’educazione civica per gli studenti dell’istituto comprensivo di Porto Viro. Un’iniziativa progettuale attivata dall’assessore alla polizia locale Silvia Gennari in sinergia con il comando di polizia locale per sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto delle regole di convivenza sociale. Un ciclo di incontri iniziato nelle seconde classi dell’Aldo Moro, che hanno registrato dietro alla cattedra il comandante della polizia locale Mario Mantovan affiancato da un docente d’eccezione:Ciaki Mantovan. Un  cane di razza Beagle  di 14 anni che è riuscito e riesce ad entusiasmare  gli studenti per tutta la durata delle lezioni. Nel corso delle ore curriculari  il comandante ha spiegato l’importanza della funzione del microchip in caso di smarrimento dell’amico a quattro zampe, il quale  può essere ritrovato dagli agenti di polizia locale tramite il lettore di microchip. Il comandante ha spiegato come una  capsula minuscola iniettata sottocute nella regione retroauricolare sinistra dell’animale, contenente i dati identificativi del cane, riduca il fenomeno del randagismo, in termini di sicurezza ha sottolineato quanto sia importante l’uso del guinzaglio e il dovere per il conduttore del cane nel raccogliere le feci del proprio amico a quattro zampe come buona norma di convivenza civile.

Parte integrante delle lezioni di educazione civica,  l’uscita nei luoghi pubblici .Nel caso della primaria Aldo Moro la lezione civica è proseguita in piazza Repubblica, dove il comandante, tenendo al guinzaglio il “professor Ciaki” ha dimostrato agli alunni come un buon conduttore raDSC07905ccolga le deiezioni del proprio cane per mantenere e preservare lo stato di igiene e decoro dei luoghi pubblici. Al termine del corso è prevista la nomina a mini vigili per tutti gli studenti e  la promessa da parte degli scolari, di rispettare  le regole di convivenza civile. “L’educazione alla convivenza civile, all’essere partecipanti responsabili di un gruppo sociale  si apprende giorno dopo giorno, minuto dopo minuto nel corso degli scambi con i propri coetanei e con gli adulti- commenta il vice sindaco Silvia Gennari– Per questo l’ insegnamento ai ragazzi di quanto sia importante evitare la formazione dei percorsi di guerra sui marciapiedi, ovvero evitare la presenza delle deiezioni di cani di proprietà nei luoghi pubblici, è alla base delle regole per una buona  convivenza sociale e civile”.

(Guendalina Ferro-servizio informazione del comune di Porto Viro) riproduzione riserv ata

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici