Il Questore di Rovigo insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

ROVIGO-Il Prefetto Clemente di Nuzzo, nell’ambito del tradizionale scambio di auguri rivolto dal Prefetto di Rovigo agli esponenti delle Autorità e delle Istituzioni rodigine (quest’anno presso l’Accademia dei Concordi) consegna l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana al Questore di Rovigo, Giovanni Battista Scali.

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari, ed è articolato nei gradi onorifici di Cavaliere, Ufficiale, Commendatore, Grande Ufficiale e Cavaliere di Gran Croce.

Il Dott. Scali inizia la sua carriera come Vice Commissario della Polizia di Stato al termine del Corso quadriennale presso l’Istituto Superiore di Polizia nel 1989. Assegnato dapprima alla Questura di Roma, viene poi trasferito all’Ispettorato Generale di P.S. presso la Camera dei Deputati, dove diventa il Responsabile della sicurezza del Presidente della Camera dei Deputati, fino al 2005. Dopo un periodo di servizio presso la Scuola Superiore di Polizia quale responsabile dell’attività didattica, viene assegnato nel 2006 alla Sezione Polizia Stradale di Treviso quale Dirigente. Promosso Primo Dirigente della Polizia di Stato nel 2008, è trasferito alla Questura di Venezia in qualità di Capo di Gabinetto. Trasferito alla Questura di Roma, dal 2012 al 2017 riveste il ruolo di Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, per poi essere nominato Vicario del Questore di Roma. Promosso Dirigente Superiore della Polizia di Stato il 1 gennaio 2019, dal 18 giugno 2019 ricopre l’incarico di Questore di Pistoia. Dal 28 ottobre 2021 è il Questore della provincia di Rovigo.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici