Sindaco Barbierato-“è importante rendere consapevoli i giovani degli strumenti a disposizione, come la cultura e la rete territoriale antiviolenza, per evitare i femminicidi”

ADRIA-(RO)-Una ferita ancora aperta per le comunità del territorio il femminicidio di Giulia Lazzari, la giovane cameriera 23 enne che venne strangolata dal marito. Due i momenti salienti per ricordare Giulia nel giorno della sua scomparsa, avvenuta il 17 ottobre 2019: uno in largo Mazzini, con la deposizione di un mazzo di fiori, da parte del Sindaco Omar Barbierato, sulla panchina rossa dedicata a “Giulia e a tutte le vittime di un amore sbagliato” e il secondo, con la santa messa celebrata in cattedrale.
“In questi anni abbiamo cercato di portare altri strumenti per combattere la violenza contro le donne e per questo, un anno fa, abbiamo firmato un protocollo d’intesa in cui enti e istituzioni fanno squadra per prevenire e riuscire ad intervenire nel modo più veloce ed efficace possibile per evitare il ripetersi di episodi tragici come quello accaduto a Giulia”-ha sottolineato il Sindaco Omar Barbierato che poi ha argomentato sull’Importante attività svolta dalle commissioni pari opportunità locale e provinciale con gli studenti e studentesse.”Una campagna informativa è efficace se i ragazzi sono coinvolti in maniera diretta –ha detto il primo cittadino della città etrusca- perché riescono a conoscere i pericoli e gli strumenti per prevenire questi terribili atti, che possono interessare anche i più giovani”

Nel suo intervento la consigliera alle pari opportunità Oriana Trombin ha evidenziato il lavoro in corso con docenti e alunni delle scuole per organizzare la giornata del 25 novembre e la buona adesione dei vari istituti superiori di Adria, all’iniziativa attivata dal comitato di pilotaggio per scegliere il logo che andrà a rappresentare il centro antiviolenza del Polesine, un servizio attivo con i tre sportelli situati a Rovigo, Lendinara e Adria. A presenziare alla commemorazione, oltre alle autorità militari, il presidente del consiglio di Adria Franco Bisco, il Vice Sindaco WIlma Moda, l’assessore Sandra Moda, il consigliere Simone Donà, gli assessori Michele Capanna per Porto Viro e Laura Bella per Occhiobello, Daniela Guagliumi presidente commissione pari opportunità del comune di Rovigo e diversi rappresentanti delle commissioni pari opportunità del Polesine che hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia di Giulia e il lavoro di sensibilizzazione attivato in vari comuni. A rappresentare il forum dei giovani Stefano Grandi. Rosanna Stocco, presidente della commissione pari opportunità di Adria, ha confermato l’ impegno della commissione nel sensibilizzare ed educare sul tema della violenza contro le donne, le giovani generazioni ” poiché lo sgomento –ha detto-abita ancora il cuore di tutti i componenti della nostra comunità per questa giovane vita spezzata”. Nel congedarsi con un abbraccio rivolto alla mamma di Giulia, la presidente Stocco ha passato la parola a Silvia Mesin, che ha letto una poesia scritta appositamente per Giulia. Significativa la messa a suffragio di Giulia Lazzari, celebrata da Monsignor Matteo De Mori

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici