Buon Natale!

RIENTRO A SCUOLA IN SICUREZZA.

Presentazione della patologia da Covid-19, sintomi e modalità di trasmissione.

Presentazione:  La COVID-19 (acronimo di COronaVIrus Disease 19) è conosciuta anche come malattia respiratoria acuta da SARS-CoV- 2 o malattia da coronavirus 2019 o anche morbo da coronavirus 2019, è una malattia infettiva  respiratoria causata dal  virus denominato SARS-CoV-2  appartenente alla famiglia dei coronavirus.   I coronavirus sono virus a RNA capsulati non segmentati che appartengono alla famiglia dei Coronaviridae e all’ordine dei Nidovirales. Sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie. Gli studi di biologia molecolare hanno evidenziato che il virus COVID-2019 usa lo stesso recettore del SARS-CoV per poter entrare nelle cellule, il quale è maggiormente espresso sulle cellule epiteliali delle vie aeree. Il virus sembra replicarsi più velocemente nelle cellule epiteliali delle vie aeree dell’uomo rispetto a SARS e MERS, giustificando la sua maggior infettività.

Sintomi: L’infezione COVID2019 è un’infezione acuta a risoluzione spontanea, i cui sintomi più comuni sono febbre, stanchezza e   tosse secca. Alcuni pazienti possono presentare indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo.

Trasmissione: La trasmissione delle infezioni da coronavirus, incluso il SARS-CoV-2, avviene nella maggior parte dei casi attraverso goccioline ,generate dal tratto respiratorio di un soggetto infetto soprattutto con la tosse o starnuti ed espulse a distanze brevi (< 1 metro). Tali goccioline non rimangono sospese nell’aria ma si possono depositare sulle mucose nasali od orali o sulle congiuntive di un soggetto suscettibile soprattutto nel corso di contatti stretti tra persona e persona. SARS-CoV-2 si può anche trasmettere per contatto diretto o indiretto con oggetti o superfici nelle immediate vicinanze di persone infette che siano contaminate da loro secrezioni (saliva, secrezioni nasali, espettorato), ad esempio attraverso le mani contaminate che toccano bocca, naso o occhi.

 In caso di infezioni respiratorie acute (tosse, febbre, raffreddore) è necessario rimanere a casa da scuola e informare subito il proprio medico (PLS,MMG).

 

Quando si è a scuola usare, in modo corretto mascherine chirurgiche (anche di stoffa), per la protezione di naso e bocca.

Seguire le indicazioni degli insegnanti rispettando la segnaletica.

Mantenere sempre la distanza di 1 metro, evitare gli assembramenti (soprattutto in entrata e uscita dalla scuola) e il contatto fisico con i compagni.

Lavarsi frequentemente le mani o usare gli appostiti dispenser per tenerle pulite; evitare di toccarsi il viso e la mascherina.

La condizione per la presenza a scuola di studenti e del personale è :

  1. 1 assenza di sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5° nei tre giorni precedenti;
  2. 2 non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni;
  3. 3 certificazione di fine isolamento dopo quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni.

Per l’accesso a scuola è facoltativa la scelta della rilevazione della temperatura corporea in entrata. La rilevazione della temperatura però deve essere eseguita al proprio domicilio e si rimanda alla responsabilità di ciascuno rispetto allo stato di salute, proprio o dei propri figli, l’osservanza delle regole di accesso a scuola.

Misure organizzative e di igiene e prevenzione1.Sanificazione quotidiana di aule, ambienti, superfici e spazi comun, secondo indicazioni ministeriali Rapporto ISS COVID-19 n. 25/2020 del 15.5.2020. 2.Mensa, servizi igienici, attività laboratoriali (si attendono documenti aggiornati).

In caso di febbre/sospetto che insorge in aula. 1-Il referente scolastico per COVID-19 o altro componente del personale scolastico deve telefonare immediatamente ai genitori/tutore legale. 2-Ospitare l’alunno in una stanza dedicata o in un’area di isolamento osservando le misure precauzionali(mascherina e distanza) e chiunque entri in contatto con il caso sospetto dovrà essere dotato di mascherina chirurgica. 3-I genitori devono contattare il PLS/MMG per la valutazione clinica (triage telefonico) del caso. 4- Pulire e disinfettare le superfici della stanza o area di isolamento dopo che l’alunno sintomatico è tornato a casa.

Organizzazione dell’esecuzione di tamponi. Il PLS/MMG, in caso di sospetto COVID-19, eseguire direttamente, o richiede tempestivamente, il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Ulss 5 Polesana. Se il tampone risulta negativo l’alunno, la classe e il personale scolastico della classe vengono liberati. In caso di positività il soggetto viene preso in carico dal SISP (Servizio Igiene e Sanità Pubblica) e posto in isolamento per 14 giorni, come la sua famiglia; inoltre, la classe dell’alunno risultato positivo e gli operatori venuti a contatto con lui verranno posti in isolamento per 14 giorni. Tutte le persone poste in isolamento sono soggette a monitoraggio attivo da parte del SISP.

Il Vademecum

 

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 valutazione/i, media: 5,00 su 5)
Loading...