Ostanel (VcV)-Emergenza nella Sacca di Scardovari-Una tragedia che si poteva evitare-La Regione Veneto è ferma rispetto alla sua “vivificazione”.

PORTO TOLLE-(RO)-“I pescatori della Sacca di Scardovari lanciano un ennesimo grido di allarme. Le cozze Dop stanno morendo per il fenomeno dell’anossia: manca l’ossigeno per la mancanza del ricambio idrico e questo non permette loro di rimanere in vita.

Ma è una tragedia che si sarebbe potuta evitare.” – dichiara la Consigliera Ostanel – “Durante la discussione dello scorso dicembre relativamente all’ultima manovra di bilancio avevo presentato un emendamento ala Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza Regionale, poi approvato anche dalla maggioranza, che chiedeva di «garantire una manutenzione continua delle aree salmastre oggetto di acquacultura per garantirne una adeguata “vivificazione”, anche eventualmente coinvolgendo i Consorzi di Bonifica».” “Invece, i lavori sembrerebbero sostanzialmente ancora fermi. La situazione è ormai insostenibile per i pescatori che rischiano anche la produzione del 2023, come hanno denunciato oggi in una nota stampa il Presidente della Cooperativa Pescatori Delta Padano e del Consorzio Tutela Cozza Dop di Scardovari e il Presidente della Cooperativa Pescatori Po.” “I pescatori sono stanchi delle promesse da parte della Regione Veneto, che deve invece agire subito. Un consigliere di minoranza – conclude Ostanel – può anche essere preso in giro, ma il lavoro e la produzione di un intero comparto e territorio no.”

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici