Scavi Aperti a San Basilio di Ariano nel Polesine il 15 e 20 settembre.

ARIANO NEL POLESINE-(RO)-Giovedì 15 settembre alle ore 17.00 e martedì 20 settembre alle ore 11.00, a San Basilio di Ariano Polesine, sono previsti due nuovi appuntamenti “Scavi Aperti” campagna di scavo UNIPD 2022, realizzati nell’ambito del progetto regionale VALUE, che promuove azioni finalizzate alla valorizzazione del patrimonio territoriale esistente, con particolare attenzione ai siti archeologici.

Gli eventi, come i precedenti del 2021, saranno condotti da Associazione Culturale Studio D in collaborazione con Cooperativa Co.Se.Del.Po, con il sostegno di Comune di Ariano Polesine e Fondazione Cariparo e grazie alla disponibilità delle direttrici di scavo rispettivamente dell’Università di Padova, prof.ssa S. Paltineri e dell’Università di Venezia, prof.ssa G. Gambacurta che, con le loro équipes di studenti, hanno in questi anni aperto eccezionalmente lo scavo, accogliendo i visitatori.

Protagoniste del progetto VALUE anche la direzione del Museo Archeologico Nazionale di Adria, dr.ssa A. Facchi e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti, Paesaggio, … dr.sse MC. Vallicelli e G. Falezza. Dopo le indagini preliminari e la prima campagna di scavi condotta nel 2019 dalle due Università di Padova e Venezia, il forzato fermo causa Covid nello scorso anno, e la piena riprese delle attività nell’autunno 2021 gli interventi di scavo sempre più stanno contribuendo a far luce sull’organizzazione e le strutture dell’ abitato dell’età del Ferro di San Basilio, ma anche di quelle riferibili all’età romana (scavo UniPd direzione prof.ssa C. Previato giugno 2022). Al termine della visita agli scavi, a completamento dell’evento, sono previste la visita al sito archeologico monumentalizzato: Mansio Hadriani e al Centro Turistico Ambientale di San Basilio con le collezioni archeologiche ivi contenute in via di riallestimento. Occasione quindi, quelle prossime, per vedere gli archeologi all’opera, sentire dalla loro viva voce aggiornamenti e nuove ipotesi, vedere in anteprima i reperti archeologici messi in luce e godere di un sito, quello di San Basilio, in cui Storia e storie si intrecciano e si mostrano ai visitatori, attraversando i secoli dall’antichità ai nostri giorni.

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici