SILVIO ORLANDO INAUGURA LA 9^ STAGIONE DEL TEATRO COMUNALE BALLARIN DI LENDINARA.

Il Comune di Lendinara con la collaborazione del Circuito Teatrale Regionale Arteven e della Regione del Veneto sono fieri di invitarvi al primo appuntamento della stagione teatrale 2016.17 del Teatro Comunale Ballarin di Lendinara.teatro-lendinara

Il sipario si aprirà il 21 Novembre alle ore 21.00 con Lacci, il nuovo spettacolo di Silvio Orlando. Dopo lo straordinario successo teatrale e cinematografico di La Scuola, si rinnova il sodalizio artistico fra lo scrittore Domenico Starnone e l’attore Silvio Orlando. Lacci è l’adattamento teatrale, a firma dello stesso Starnone, dell’omonimo romanzo, un testo pieno di amarezza ma potentemente evocativo. In scena il dolore per il fallimento di un matrimonio iniziato con i migliori propositi negli anni Sessanta, sospinto da un forte desiderio di indipendenza e di emancipazione, coronato dalla nascita di due figli, arrivati molto presto. Sotto i riflettori l’agonia di un amore che si frantuma contro l’ipocrisia di un’istituzione che fa violenza a chi la vive. Lacci non giudica, è uno spettacolo che racconta. Protagonisti sono un marito e una moglie, Silvio Orlando e Vanessa Scalera, che si agitano all’interno delle gabbie che loro stessi hanno costruito: la moglie vive del senso del dovere di un ruolo che è diventato sinonimo di se stessa e il marito finge di non percepire i lacci stretti che lo legano e non gli impediscono di dimenticare che dalle sue libere decisioni derivano dei doveri nei confronti delle persone coinvolte, in primis, i figli. La trama ripercorre le attese, le sconfitte, i ripensamenti interni ad un amore e alle sue conseguenze.  La violenza interna, come nella tragedia antica, contiene già i semi di più estese guerre e incomprensioni. Una tragedia contemporanea, mascherata da commedia. «Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre così, con parole definitive, la lettera che Vanda scrive al marito che se n’è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e a domande che non trovano risposta. Lui se ne sta a Roma, innamorato di una sconosciuta con cui i giorni sono sempre gioiosi, e lei a Napoli con i figli, a misurare l’estensione del silenzio e il crescere dell’estraneità… Che cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo, quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è più radicale dell’abbandono, ma niente è più tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. E a volte basta un gesto minimo per far riaffiorare quello che abbiamo provato a mettere da parte. Domenico Starnone ci regala una storia emozionante e fortissima, il racconto magistrale di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera.

BIGLIETTI: intero 22€ – ridotto 17€ – studenti 11€ PREVENDITA e VENDITA BIGLIETTI: Tutti i biglietti saranno in prevendita dall’11 novembre presso la Biblioteca Comunale e in vendita il giorno di spettacolo presso il Teatro Comunale Ballarin a partire da due ore prima dell’inizio spettacolo. PREVENDITA ONLINE su www.arteven.it –  vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita. GIORNI E ORARI DI APERTURA DELLA BIGLIETTERIA: presso la Biblioteca mercoledì, venerdì ore 16.00 – 19.00   sabato, domenica ore 9.30 – 12.30

RIDUZIONI: per giovani fino ai 30 anni e adulti con più di 65 anni. Particolari agevolazioni sono riservate per l’acquisto di abbonamenti e biglietti da parte di aziende, gruppi ed associazioni informazioni in biglietteria. VI RICORDIAMO CHE DALL’11 NOVEMBRE È IN VENDITA IL MINI ABBONAMENTO A TURNO UNICO. Non perdete l’occasione di riservarvi un posto fisso a teatro per non perderei vostri interpreti preferiti. ABBONAMENTI: intero 90€  – ridotto 80€ – studenti 50€ in vendita dal 2 novembre. MINI ABBONAMENTO A TURNO UNICO:  4 spettacoli da scegliere al momento dell’acquisto dell’abbonamento € 70,00 INFORMAZIONI: Biblioteca via G. B. Conti 30 – tel. 0425 605667  e-mail: iat@comune.lendinara.ro.it

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici