La M.S.Tiozzo vince il terzo premio al concorso nazionale “tutti i colori della diversità umana”.

Porto Viro, DSCN4105 - Copia (2)4  Agosto 2016-“Un pizzico di colore in più “è il titolo del cortometraggio  prodotto dalla Scuola elementare Monsignor Sante Tiozzo che ha vinto il terzo premio al concorso nazionale “i colori della diversità umana”indetto dal ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e dell’associazione fiaba Onlus.Un premio per il plesso scolastico dell’istituto comprensivo di Porto Viro diretto da Giovanni Beltrame che si aggiunge agli altri prestigiosi premi di caratura nazionale.Lo spot interpretato dagli alunni delle classi seconde della M.S.Tiozzo, guidati dall’insegnante Lorenza Lazzarin e magistralmente realizzato da Michele Pezzolato, genitore di una piccola protagonista, è il prodotto del progetto CITTADINANZATTIVA,  che coinvolge tutti gli alunni della scuola e che si articola in diversi percorsi secondo tematiche e modalità che variano all’interno delle diverse classi ma tutti con la stessa finalità: promuovere il benessere a scuola attraverso lo sviluppo di competenze sociali, la gestione dei conflitti e la prevenzione del bullismo.Il video, ideato dopo aver analizzato varie ipotesi, vuole rappresentare proprio ciò che i bambini hanno appreso: saper cogliere gli aspetti positivi degli altri, diversi da se stessi,  come una opportunità per migliorare la propria persona.”E’ stata simulata una gara all’interno di un corso di cucina e gli aspiranti cuochi devono cimentarsi con la preparazione di biscotti. Tutti hanno a disposizione gli ingredienti classici: uova, zucchero, burro e farina ma qualcuno capisce che per ottenere un prodotto più saporito è necessario aggiungere qualcosa di particolare, ecco allora che amici provenienti da paesi diversi portano le loro specificità e questo sarà il pizzico di sapore e colore in più che li porterà alla vittoria- spiega l’insegnante-Gli ingredienti per realizzare i biscotti sono una metafora delle caratteristiche delle persone, le quali mescolandosi tra loro potranno diventare migliori.

Le attività propedeutiche che hanno coinvolto gli alunni, supportate da visione di filmati e letture tratte da testi di letteratura per l’infanzia, sono state, molto spesso,  svolte attraverso la metodologia del cooperative learning , che favorisce l’acquisizione di abilità interpersonali, le quali costituiscono i legami con cui capacità e doti personali possono essere impiegate in funzione del raggiungimento di compiti elevati”.”Complimenti quindi al dirigente scolastico e a tutto il corpo insegnante dell’istituto comprensivo di Porto Viro – ha commentato il primo cittadino con delega all’istruzione Thomas Giacon-.Un terzo premio che rappresenta un’altra perla preziosa da aggiungere alla collana dei riconoscimenti nazionali, che rappresenta un segno tangibile dei frutti del lavoro quotidiano che le docenti svolgono per l’istruzione dei nostri figli”. Data e luogo per la consegna del premio saranno comunicati a breve dagli organizzatori.

(Guendalina Ferro-servizio informazione del comune di Porto Viro) riproduzione riservata

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici