DELTABLUES-PIAZZA CAVOUR GREMITA PER ANDREA MINGARDI E I PAUL GHETTI’S KIDNAPPERS.

ADRIA-Ad aprire la tappa adriese di Deltablues, nella splendida  piazza Cavour di Adria, dove sorge il teatro Comunale, il Sindaco Omar Barbierato e l’assessore Andrea Micheletti, che ha annunciato l’importanza di dare spazio agli studenti del conservatorio in kermesse importanti come il festival itinerante Polesano di Deltablues.

 

A salire sul palco il sestetto Jazz Paul Ghetti’s Kidnappers, composto da giovani allievi del conservatorio musicale “Antonio Buzzolla” di Adria, che ha proposto un programma ispirato al pianista, compositore e arrangiatore statunitense, Kenny Barron. E poi lui.

Andrea Mingardi, cantautore bolognese, che  ha emozionato il numeroso pubblico presente, proponendo un excursus storico di vecchi successi blues, soul e jazz, e, citando i numerosi locali polesani e ferraresi, dove un tempo era solito esibirsi, ad inizio carriera. Andrea Mingardi è stato protagonista di un breve ma intenso concerto, durato un’ora e un quarto circa, sciorinando battute a non finire, interagendo in maniera istrionica e coinvolgente con il pubblico ed esibendosi in alcuni classici della musica internazionale. Ha cantato anche alcuni brevi passaggi di suoi vecchi successi, a grande richiesta dei fan presenti.  Il concerto “…E allora Jazz”, ha visto sul palco anche Emanuela Cortesi (splendida voce), Maurizio Tirelli (tastiere), Claudio Vignali (pianoforte), Sandro Comini (trombone), Felice Del Gaudio (contrabbasso), Bruno Farinelli (batteria). Tutti musicisti eccelsi e di assoluto valore artistico. Alla fine il firma copie su Cd e Libri, oltre alle foto di rito.

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici