AL via la rassegna “DOMENICHE PER FAMIGLIE 2022” .

PORTO VIRO-Al nastro di partenza la nuova edizione della rassegna DOMENICHE PER FAMIGLIE 2022 promossa ed organizzata dall’Assessorato alla cultura della Città di Porto Viro con la collaborazione del Circuito Teatrale Arteven / Regione del Veneto. La Sala Eracle in Corso Risorgimento ospiterà tra gennaio e marzo un calendario di quattro allestimenti tutti pensati e realizzati per il pubblico dei giovanissimi spettatori. Inizio spettacoli ore 16.

Primo appuntamento domenica 23 gennaio con la compagnia Tib Teatro in COCCOLE, uno spettacolo liberamente ispirato al racconto illustrato Abbracciami di Jeanne Willis e Tony Ross, drammaturgia e regia di Daniela Nicosia. Protagonista il lumachino Tobia che la mamma non abbraccia mai anche se ha bisogno di coccole. Perché? Forse per colpa di quella luccicante bava? “Forse se somigliassi a un gatto, o a un uccello, o a una volpe lei mi abbraccerebbe e io sarei meno solo, al sicuro stretto tra le sue braccia…” Una favola sul tema dell’accettazione e della solitudine, che con semplicità mette in luce come dal cuore si possa raggiungere la mente e come nella leggerezza della forma, secondo la lezione di Calvino, risieda una risorsa.

Il 6 febbraio tutti con gli occhi sgranati dalla sorpresa che Michele Cafaggi suscita nel pubblico di ogni età con il suo OUVERTURE DES SAPONETTES, un concerto per bolle di sapone. L’autore e interprete in palcoscenico veste i panni di un eccentrico direttore d’orchestra che porterà i presenti nel mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone. Il suo è un concerto anomalo dove l’imprevisto è sempre in agguato: da strani strumenti nascono bolle giganti, bolle rimbalzine, bolle da passeggio, grappoli di bolle. Un racconto visuale senza parole che trae ispirazione dalle atmosfere circensi e del varietà, un magico spettacolo di clownerie, pantomima e musica che, nato per i più piccoli, finisce per incantare il pubblico di qualsiasi età.

Domenica 20 febbraio è la volta di una storia di amore e di crescita, ma anche di separazione. La RAPERONZOLO messo in scena dalla compagnia Stivalaccio Teatro –  coreografie di Valentina Dal Mas e regia di Michele Mori – è frutto dell’amore di due genitori qualunque, non di un re e di una regina, ma proprio come una principessa verrà cresciuta, ricoperta d’affetto e regali, di attenzioni pian piano sempre più soffocanti. Ma non si può tener legato l’amore e un giorno Raperonzolo sentirà la voglia di scoprire il mondo e di seguire le proprie passioni… Un racconto in cui ritroviamo comportamenti, frasi e personaggi che ci ricordano il nostro quotidiano, il tutto affrontato con semplicità e divertimento.

La rassegna si conclude domenica 6 marzo con la compagnia Ullallà Teatro che presenta STORIA DI UNA GABBIANELLA E DI UN GATTO da Luis Sepùlveda, regia, coreografia e video di Stefano Questorio. È la storia di Zorba, un gatto del porto stimato per il suo coraggio, si trova di fronte ad un bel grattacapo. Una femmina di gabbiano morente depone un uovo proprio sul terrazzo dove lui è appisolato e gli ruba la promessa di prendersi cura del piccolo che nascerà per insegnargli a volare. L’uovo si schiude e ne esce una piccola gabbianella dalle piume arruffate. Crescere in un mondo di gatti può essere duro, ma con il sostegno dei suoi fedeli amici il nostro eroe aiuterà la piccola gabbianella ad affrontare la verità sulla sua mamma e ad accettare la sua vera identità. Biglietto unico € 5,00. Prevendita online su myarteven.it, vivaticket.com e relativi punti vendita. Vendita presso la Sala Eracle il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 15.00. Informazioni: Servizio Cultura Città di Porto Viro tel. 0426 325730/31/33, cultura@comune.portoviro.ro.it, Biblioteca Comunale tel. 0426 321814, Biglietteria cell. 348 0417218.

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici