Il presidente del consiglio Ivano Vianello afferma “Ho sempre assicurato rispetto e trasparenza verso tutti i consiglieri comunali in base alla normativa vigente. E continuerò a farlo.”

(Porto Viro, 17Ivano Vianello Giugno 2016)”La minoranza non ha presenziato nel consiglio comunale sia per mancanza di argomentazioni valide, sia per deviare l’attenzione dei cittadini per problematiche inesistenti.”Esordisce così il presidente del consiglio Ivano Vianello, nel rispondere ai consiglieri della minoranza, assenti giustificati alla seduta pubblica del 15 Giugno.

”Una presa di posizione insensata quella degli 8 consiglieri e poco rispettosa per i cittadini -aggiunge Vianello- se si pensa che i nostri oppositori hanno scelto di non rappresentare i loro cittadini votanti, nella seduta pubblica che rappresenta l’organo supremo delle decisioni importanti per la nostra città “. “Il consiglio comunale infatti, è stato convocato nei termini previsti dalla normativa vigente e i contenuti dell’assestamento di bilancio, secondo i termini previsti dal regolamento comunale di contabilità ed economato, secondo una tempistica ben più lunga dei cinque giorni previsti dalla comunicazione ufficiale della convocazione del consiglio comunale. Un tempo utile per i consiglieri di minoranza per produrre eventuali emendamenti. Cosa che non risulta agli atti ufficiali”. Nell’assestamento di bilancio infatti, trattato al primo punto dell’ordine del giorno, è emerso che il comune in seguito all’abolizione della Tasi, dovrà fare a meno di introiti statali, per una cifra di 390mila euro rispetto agli anni precedenti. “In pratica-spiega Vianello- significa che nei cittadini non peserà la Tasi, perché abolita come tassa e nello stesso tempo sono diminuiti gli introiti statali al comune di Porto Viro, come negli altri comuni d’Italia”.Altro motivo per essere assente la minoranza, riguarda gli altri due punti all’ordine del giorno:il primo per quanto riguarda la presa d’atto da parte del consiglio comunale della nuova nomina del revisore dei conti Gabriele De Negri e la seconda l’individuazione degli organi collegiali. Due argomenti per i quali i consiglieri d’opposizione si sarebbero trovati in una situazione di imbarazzo nel votare favorevolmente. A chiudere il consiglio comunale la comunicazione del sindaco che informava i presenti e in diretta streaming su radio Diva, l’uscita definitiva dalla partecipata interporto di Rovigo spa.

“Per quanto riguarda la conferenza dei capogruppo, che ha solo parere consultivo per le argomentazioni del consiglio comunale, -prosegue Vianello- è prevista per il giorno 24 giugno, momento in cui verranno adeguati lo statuto e il regolamento comunale in base alla normativa nazionale vigente nel permettere ai vari capogruppo della minoranza di presenziare nelle commissioni consiliari e nelle consulte con voto proporzionale, come deciso nel consiglio comunale dell’8 Marzo”. “Da parte mia- conclude Vianello- non è mai stata e non verrà mai a mancare il rispetto e la trasparenza verso tutti i consiglieri che formano il consiglio comunale”.

(Guendalina Ferro-servizio informazione del comune di Porto Viro) riproduzione riservata

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici