Porto Viro-Ave Maria speciale nella chiesa di Scalon.

”Sono trascorsi 200 anni da quando nacque Don Bosco e 174 anni dalla fondazione del primo oratorio, quando lo stesso Don Bosco recitò un’ave Maria con Bartolomeo Garelli perché la Madonna gli facesse la grazia di poter salvare quell’anima”. E per questo motivo Don Nicola Munari ha invitato i fedeli che gremivano la chiesa di Scalon, a recitare tutti insieme un’ave Maria al termine della santa Messa di martedì 8 dicembre. Una celebrazione che è stata anche la cerimonia della promessa degli Amici di Domenico Savio. Il sodalizio che si ispira alla compagnia dell’immacolata fondata da Domenico Savio nell’oratorio di Don Bosco. Una promessa che fa seguito al percorso intrapreso dalle giovani generazioni dopo un periodo di prova all’interno del gruppo che si incontro nell’oratorio di via Mazzini. A farne parte centinaia di giovani, tra bambini e ragazzi portoviresi, che nel corso della cerimonia hanno ricevuto i fazzolettini dell’Ads dai padri salesiani. Dopo la santa messa, è seguito il momento conviviale al centro San Giusto. Tra le proposte attive in questo periodo all’oratorio di Porto Viro sono:aiuto per i compiti che proseguirà fino al 27 maggio 2016, i corsi di strumento, la scuola calcio, il corso di scacchi e dama e di ricamo.

e-mail:info@portovirando.it

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici