Al via venerdì 8 Aprile la rassegna letteraria “Primavera tra le righe”

mlt
Maria Laura Tessarin

(Porto Viro, 6 Aprile 2016)Partirà venerdì 8 aprile alle  21 dalla Biblioteca Comunale di Porto Viro, il primo appuntamento dei quattro previsti, della rassegna letteraria “Primavera tra le righe”. Ad aprire la kermesse culturale ,organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dal Comitato Biblioteche, Silvia Zucca che  presenterà Il romanzo “Guida astrologica per cuori infranti” (Editrice Nord). Un appuntamento curato da Simone Martinello dell’Associazione “Argonauti” di Rosolina che dialogherà con l’autrice milanese per raccontare del romanzo definito dalla critica «Una sorpresa magnifica. Dolce, affascinante, divertente, irresistibile e con una protagonista con la quale non si può non identificarsi.» (The House of Books, Olanda) “Una guida astrologica per cuori infranti che racconta con brio e pungente ironia –spiega Simone Martinello-i successi e i disastri di una donna piena di vita, d20160405_163308 contraddizioni, di speranze. Per una storia editoriale straordinaria, i cui diritti di traduzione sono stati venduti in 15 paesi prima ancora della pubblicazione in Italia.”Primavera tra le righe è un progetto nato spontaneamente dalla stima  e dall’amicizia che si è creata sinergicamente con  4 associazioni del territorio con l’intento comune di far rifiorire nei cittadini la voglia e la curiosità di leggere- spiega l’assessore alla cultura Marialaura Tessarin-.In questo primo appuntamento Silvia Zucca, è l’autrice di un testo originale e del tutto singolare, già tradotto in diverse lingue. Un successo.”

IL ROMANZO. Trent’anni passati da un po’, single (non per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice… peccato sia stato assunto come «tagliatore di teste». Insomma: non ce n’è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l’astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una «vera» lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l’anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l’affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada.

L’AUTRICE. Laureata in letteratura inglese con una tesi sul teatro shakespeariano, e appassionata di narrazione nelle sue diverse forme, Silvia Zucca accompagna la scrittura con lo studio del cinema e della regia. È inoltre traduttrice letteraria: sue le traduzioni di Cinquanta sfumature di nero di E.L. James, e dei primi due capitoli della trilogia Crossfire di Sylvia Day. Vive e lavora a Milano e, oltre alla scrittura, ama il ballo folk, i gatti, il vino, il cinema e le buone letture. nuovabibliotecaSilvia Zucca sul romanzo: “Decisamente ho compiuto anch’io, pur se con esperienze diverse (e niente astrologia!) il percorso che Alice fa durante il romanzo. Mi piaceva l’idea di vederla crescere, cambiare, acquisire sicurezza e indipendenza anche dall’amore e dagli uomini. Vivere il presente da protagonista non vuol dire soltanto avere successo perché si è fatto qualcosa che è stato apprezzato da qualcun altro, però, ma soprattutto tenere sempre a mente di essere preziosi, non nascondersi dietro a nessuna relazione, pur avendola magari. Bisogna camminare a fianco del proprio compagno, né dietro né davanti.”

(Guendalina Ferro-Servizio Informazione Comune di Porto Viro) riproduzione riservata

 

Commenta tramite Facebook
Condividi con i tuoi amici